iscrizionenewslettergif
Economia

La milanese Fisar si aggiudica il Chiesa Store per 4,2 milioni di euro

Di Redazione4 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il Chiesa Store di Bergamo

Il Chiesa Store di Bergamo

BERGAMO — Il Chiesa Store di via Correnti, il pezzo più pregiato della storica azienda bergamasca di 148 dipendenti, finita in concordato preventivo sommersa dai debiti, è stato aggiudicato alla milanese Fisar. La gara è stata vinta dalla società meneghina che ha battuto il consorzio seriano Bbc e i bresciani della Ruincar di Sarezzo.

L’asta, tenutasi nello studio del commissario giudiziale Luciana Gattinoni, è durata 2 ore e mezza. Alla fine di una trentina di rilancia, l’ha spuntata la Fisar che tra l’altro si era già aggiudicata le filiali Franco Chiesa di Cantù e di Fara Gera Lario nel Comasco.

Il prezzo di aggiudicazione è quasi raddoppiato rispetto la cifra di partenza della gara, passando da 2 milioni 145mila euro a 4 milioni e 200mila euro.

Ora toccherà ai sindacati sedersi al tavolo con l’azienda per definire la sorte dei lavoratori.

Tutti concordi: crisi superata, ma la ripresa sarà lenta

Il direttore del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn La curva è a U e non a V. Cioè la ripresa economica mondiale c'è, ...

Crisi: Bombassei (Confindustria) predica cautela

Bombassei con Montezemolo e la Marcegaglia Qualche segnale di ripresa si inizia a vedere ma il vicepresidente di Confindustria, il bergamasco ...