iscrizionenewslettergif
Cultura

Tentorio ricorda la tragedia degli italiani a Marcinelle

Di Redazione7 agosto 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sciagura di Marcinelle

La sciagura di Marcinelle

Era l’8 agosto del 1956. Alle 8.10 del mattina una colonna di fumo si alza dalla miniera di “Bois du Cazier” di Marcinelle in Belgio. E’ l’inizio di una delle più grandi tragedia nazionali per il nostro paese: 136 minatori di origine italiana perdono la vita. Erano emigrati alla ricerca disperata di un lavoro, anche il più umile, pur di portare un pezzo di pane ai loro figli.

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio ha voluto ricordarli con un messaggio diffuso alle agenzie di stampa questo pomeriggio. “L’8 agosto ricordiamo la tragedia di Marcinelle nella Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”

“Da allora sono trascorsi 53 anni ma è ancora vivo il ricordo dei minatori che persero la vita in Belgio – continua il sindaco – tra i quali si contarono 136 vittime italiane, emigranti che avevano abbandonato l’amata patria in cerca di lavoro. L’anniversario della tragedia di Marcinelle deve servire da monito per riportare in primo piano, nella Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo, il tema delle “morti bianche” di cui l’Italia detiene un triste primato europeo, senza dimenticare i sacrifici degli italiani all’estero, universalmente riconosciuti come grandi lavoratori”.

Il tour di Versailles va online

La meravigliosa reggia di Versailles L'integrazione fra gli ambienti virtuali e la cultura è sempre più avanzata. L'ultimo ritrovato in ...

E Saturno resta senza anelli

Saturno Per qualche tempo Saturno resterà senza i suoi celeberrimi anelli. Ma per fortuna si tratterà ...