iscrizionenewslettergif
Bergamo

Schianto di Nese: morto il 17enne di Monterosso

Di Redazione7 agosto 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La moto su cui viaggiavano i due ragazzi (foto Mariani)

La moto su cui viaggiavano i due ragazzi (foto Mariani)

MONTEROSSO — Ci sono articoli particolarmente difficili da scrivere. Soprattutto quando facendo questo mestiere si deve raccontare la morte di un ragazzo di 17 anni. Non ci sono parole e quelle che vengono sembrano sempre fuori luogo. Proviamo a raccontare questa storia per inciderla per sempre nella rete, a ricordo di un ragazzo che nessuna legge di natura vorrebbe portare via a quell’età.

Lui si chiamava Matteo Savoldelli. Era un adolescente con un futuro davanti, tutto da vivere. E come la maggior parte dei ragazzi di quell’età, la vita gli scorreva veloce nelle vene. Matteo era uno studente. Abitava nel quartiere di Monterosso. Era un ragazzo a posto, come la maggior parte dei tanto vituperati giovani di oggi, di ieri e di domani. Frequentava l’oratorio e amava fare sport al centro sportivo di Rosolino Pilo.

Domenica pomeriggio, a bordo di una moto stava scendendo da Nese. Matteo non era alla guida della Honda Hm. Davanti c’era un sedicenne di Albano, il ragazzo di Monterosso sedeva sul sellino posteriore.

All’improvviso il conducente ha perso il controllo della due ruote che si è schiantata contro il muro di cinta di un palazzo. Il sedicenne se l’è cavata con fratture multiple ed è stato trasportato da un’ambulanza del 118 alle Cliniche Humanitas Gavazzeni di Bergamo. Le condizioni di Matteo invece sono apparse subito molto gravi.

Per cinque giorni i medici degli Ospedali Riuniti di Bergamo hanno cercato di strappare quella giovane vita dal coma in cui era piombata. Per cinque giorni quel ragazzo che era poco più di un bambino ha combattuto contro qualcosa che era più grande di lui.

Questa mattina alle 10 non ce l’ha più fatta. I genitori hanno autorizzato il prelievo degli organi. A quei genitori non osiamo dire nulla, rispettiamo il loro infinito dolore. E ci eclissiamo porgendo le condoglianze della redazione di Bergamosera.

Auto finisce in un canale: bimbo ricoverato d’urgenza ai Riuniti

La sede degli Ospedali Riuniti di Bergamo SANTA LUCIA -- E rimasto intrappolato con la madre e il fratellino dentro la loro ...

Francesca Ferraro nuovo dirigente della Digos

La questura di Bergamo CENTRO CITTA' -- Un nuovo cambio al vertice per la Polizia di Stato. Il vicequestore ...