iscrizionenewslettergif
Sport

Curva e squadra unite nel dolore per il piccolo scomparso a Brentonico

Di Redazione2 agosto 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lo striscione esposto a Brentonico per il piccolo Francesco

Lo striscione esposto a Brentonico per il piccolo Francesco

BRENTONICO, Trento — Un gesto bellissimo. Nato dal cuore, piccolo ma importante per star vicino ad una famiglia colpita da una disgrazia enorme.

Questa volta non c’entra Bergamo, la sua gente o qualche amico degli ultras. Purtroppo è successo ad un papà di Brentonico, un agricoltore come tanti ne vediamo ogni giorno sui campi della nostra provincia.

Mercoledì scorso, 30 luglio. Una pista che d’inverno ospita gli appassionati di sci, piena di fieno appena tagliato. Un padre che con il suo piccolo lo raccoglie e si avvia verso casa. Il trattore si ribalta ed il bambino viene travolto senza che nessuno possa far nulla per salvarlo.

La voce si sparge subito, tutto l’altopiano è scosso. I tifosi bergamaschi presenti in Trentino sono partecipi al dolore. I tanti vituperati ultras pensano a qualcosa per trasmettere la loro solidarietà a quella comunità che per venti giorni ha imparato a conoscerli. La squadra condivide, i ragazzi della Nord fanno ciò che tante volte al Comunale abbiamo visto in bella mostra.

Prima della partita contro l’Iraklis Salonicco dietro ad una porta compare lo striscione che vedete nella foto qui sopra. Un drappo bianco di almeno trenta metri, lettere nerazzurre.

“Un piccolo angelo gioca tra le nuvole… l’Atalanta e noi tifosi vi siamo vicini… Ciao Francesco”. Il minuto di raccoglimento, gli applausi dopo il silenzio. Per quella famiglia non c’è pace ma la gente del posto ha talmente apprezzato che agli ultras è stato chiesto di non rimuovere lo striscione. Nessuno lo farà almeno fino all’inizio del prossimo campionato.

Magari Francesco lo ha visto, chissà se qualcuno glielo ha letto. Aveva soltanto due anni ed un sorriso grande così.

Fabio Gennari

Fatica e nuovo modulo: l’Atalanta torna a Bergamo dopo il ritiro

Gregucci ha preso in mano le redini della nuova Atalanta BERGAMO -- Ritiro, si sa, fa rima con sudore, fatica, ricerca degli automatismi e amalgama ...

Il maltempo non ferma l’Orobie Skyraid

L'Orobie Skyraid CASTIONE -- Pienone di appassionati alla Orobie Skyraid. Nonostante il maltempo abbia costretta a una ...