iscrizionenewslettergif
Sport

Gran gol di Tiboni: l’Atalanta pareggia 1-1 col Salonicco

Di Redazione1 agosto 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il giovane Tiboni, in gol contro l'Iraklis Salonicco

Il giovane Tiboni, in gol contro l'Iraklis Salonicco

BRENTONICO, Trento — Si chiude il ritiro trentino e l’Atalanta resta imbattuta. A Brentonico i nerazzurri chiudono sull’1-1 l’ultima amichevole contro i greci dell’Iraklis Salonicco e salutano l’altipiano che per venti giorni li ha ospitati.

Senza gli acciaccati Doni, Acquafresca, Valdes, Radovanovic e Talamonti i nerazzurri scendono in campo con Bianco al centro della difesa vicino a Manfredini, Tiboni e Tiribocchi sono le punte e  Caserta viene schierato a supporto.

All’inizio della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo del piccolo Francesco, il bambino scomparso due giorni fa schiacciato dal trattore del padre a poche centinaia di metri dall’hotel dell’Atalanta.

Dopo un primo tempo poco spettacolare in cui i greci colpiscono due traverse, gli uomini di Gregucci subiscono la rete di Epstein al 54’ su calcio di rigore fischiato per un fallo di Bellini. Passano pochi minuti ed anche ai nerazzurri viene concesso un tiro dagli undici metri, batte Caserta ma la sua conclusione non è irresistibile e viene respinta dal portiere avversario.

Come era già successo domenica scorsa a Trento contro il Chievo, l’Atalanta rimette apposto le cose nel finale ed è ancora un giovane a farsi notare.  Christian Tiboni, rimasto in campo per tutta la gara vista l’indisponibilità del capitano,  raccoglie di testa al 73’ un cross calibrato di Guarente e la sua incornata si insacca sul palo lungo superando l’estremo difensore dell’Iraklis.

Gregucci si aspettava una partita tosta ed i greci non hanno deluso le attese. Impegno agonisticamente valido, Atalanta che nella ripresa ha provato ad alzare il baricentro costringendo l’avversario a giocare in contropiede. A testimonianza di come i greci non tirassero mai indietro la gamba anche un accenno di rissa in occasione del rigore con Guarente  e Tiribocchi tra i più attivi.

Subito dopo il fischio finale c’è stato il rompete le righe, giocatori liberi per due giorni fino alla ripresa fissata per martedì alle 18 sul centrale di Zingonia.

Fabio Gennari

La maratona dell’Albinoleffe, al via un’altra difficile stagione

Il calendario dell'Albinoleffe 2009/2010 BERGAMO -- Quello di serie B non è un campionato normale. Fosse una gara di ...

Atalanta, finito il ritiro. Le ultime immagini da Brentonico

Manfredini al lavoro BRENTONICO, Trento -- Venti giorni intensi, pesanti, sudati. L'amichevole di ieri disputata contro i greci ...