iscrizionenewslettergif
Economia

Prezzi cresciuti dello 0,2 per cento a Luglio

Di Redazione31 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I prezzi sono cresciuti dello 0,2 per cento a luglio

I prezzi sono cresciuti dello 0,2 per cento a luglio

A Luglio 2009, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), a Bergamo, risulta in aumento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente. Il tasso tendenziale (la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), si attesta allo 0 per cento, in diminuzione rispetto al mese scorso.

Nel mese si è registrato in particolare l’aumento dei capitoli: della “Ricreazione, spettacoli e cultura” nel quale gli aumenti nei prodotti turistici, sono stati parzialmente controbilanciati da diminuzioni nei prodotti elettronici; e dei “Trasporti” dove ai rialzi dei trasporti aerei, marittimi, del gas GPL, sono contrapposte diminuzioni delle quotazioni medie della benzina verde e del gasolio per auto.

Il capitolo dell’”Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili” risulta in crescita a causa degli affitti e dei combustibili solidi, mentre sono in discesa le tariffe dell’energia elettrica. Si specifica che il dato relativo alle tariffe del gas non è stato ancora reso disponibile all’ufficio e che verrà aggiornato in sede di dato definitivo. Lievi apprezzamenti nei capitoli: “Altri beni e Servizi” dove sono in rialzo i servizi finanziari e l’oreficeria, in parte controbilanciati da ribassi negli articoli per la cura della persona.

“Bevande alcoliche, tabacchi” dove salgono le birre; e “Mobili, articoli e servizi per la casa” con crescite nei mobili e altri articoli arredamento e accessori per il giardino e con diminuzioni nei prodotti non durevoli per la casa.

Mediamente in diminuzione nel complesso, pur evidenziando al suo interno un andamento contrastato, il capitolo dei “Generi alimentari”. In calo anche “Servizi ricettivi e di ristorazione” nel quale calano gli alberghi, mentre sono in crescita ristoranti, pizzerie e simili, camping, agriturismo. Diminuisce anche il capitolo dei “Servizi sanitari e spese per la salute” a causa della diminuzione dei medicinali in parte mitigata da aumenti degli articoli igienico sanitari e dei servizi medici ausiliari. Stabile “Abbigliamento e calzature”. Invariato in capitolo dell’”Istruzione”.

Ecco le variazioni rispetto al mese scorso: Variaz. % rispetto al mese precedente
Generi alimentari, bevande analcoliche – 0,2
Bevande alcoliche, tabacchi + 0,1
Abbigliamento e calzature – stabile –
Abitazione, acqua, energia elettrica e combustibili + 0,4
Mobili, articoli e servizi per la casa + 0,1
Servizi sanitari e spese per la salute – 0,1
Trasporti + 0,5
Comunicazioni – stabile –
Ricreazione, spettacoli e cultura + 0,5
Istruzione – stabile –
Servizi ricettivi e di ristorazione – 0,2
Altri beni e servizi + 0,2

Complessivo: + 0,2

Fonte: Comune di Bergamo – Ufficio Statistica e Istat

I dati anticipati devono essere considerati provvisori in attesa della loro convalida da parte dell’Istat.
L’Istat comunicherà i dati definitivi il 12 agosto 2009. Prossimo comunicato stampa il 31 agosto 2009.

Tracollo Franco Chiesa: sindacati e Provincia cercano soluzione

Il Chiesa Store di Bergamo Dopo la cessione delle filiali di Cantù, Romano di Lombardia e Villa d’Adda rimangono ancora ...

Ferrovie: nasce una nuova società per i treni lombardi

Un treno delle Ferrovie Nord Nelle speranze, potrebbe essere quello che i pendolari hanno sempre sognato: un'azienda ferroviaria in grado ...