iscrizionenewslettergif
Lettere

Inflazione zero: l’analisi Adiconsum

Di Redazione31 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Inflazione sostanzialmente a zero

Inflazione sostanzialmente a zero

Gentile direttore,
abituati per molti anni ad aumenti, l’inflazione zero rappresenta certamente un dato positivo per il potere d’acquisto, ma non per tutti. Infatti, occorre tener conto che per molte famiglie il reddito disponibile è inferiore al passato per la cassa integrazione, la perdita del posto o per la perdita di quell’integrativo al reddito proveniente dal lavoro nero.

L’inflazione zero è tuttavia una conferma della recessione in atto. Recessione che rischia nel dopo-ferie di appesantirsi per molte famiglie con il passaggio dalla cassa integrazione alla disoccupazione. L’aumento dell’indice della povertà è soltanto uno dei segni, così come il crescente indebitamento delle famiglie.

All’inflazione zero ha concorso molto la riduzione delle tariffe dell’energia elettrica e del gas, ma questo dato rischia di riprendere con il ritorno di fattori speculativi sul petrolio. Ad oggi infatti non vediamo alcun provvedimento per impedire comportamenti speculativi. Ne è riprova il comportamento delle compagnie petrolifere che alla vigilia dell’esodo feriale hanno aumentato il prezzo della benzina nonostante il calo del petrolio.

Adiconsum ritiene che fino a quando il Governo e il Parlamento  non si renderanno conto che la lotta alla povertà, al sovraindebitamento e all’usura è una priorità per il nostro Paese, tutte le iniziative sostenute esclusivamente dalla società civile, inclusa Adiconsum, non potranno essere superate.

Adiconsum chiede:

1.  la rapida approvazione della normativa sul sovraindebitamento che vede l’Italia fra i Paesi più arretrati d’Europa;
2.  un sostegno forte da parte del sistema bancario verso le famiglie e le piccole e micro imprese nel momento in cui abbiamo bisogno di un accesso al credito;
3.  la rapida approvazione di quanto già proposto da Adiconsum all’Autorità dell’energia e cioè di un provvedimento straordinario a favore delle famiglie che non sono in grado di pagare la bolletta di luce e gas.

In questo contesto risulta molto importante l’emanazione di norme sulla trasparenza bancaria della Banca d’Italia che consentirà una maggiore tutela dei soggetti più deboli. Contemporaneamente Adiconsum ha già chiesto ai gruppi parlamentari emendamenti al decreto anticrisi, in  tema di assegni, bonifici e commissioni di massimo scoperto. Adiconsum attende risposte concrete e non i soliti comunicati stampa.

Eddy Locati
Adiconsum Cisl

Passeggiando sotto le stelle: povero Borgo Santa Caterina

La tranquillità di Borgo Santa Caterina, normalmente, alle prime ore del mattino Con l’approssimarsi del termine della manifestazione “Passeggiando sotto le stelle” di Borgo Santa Caterina, da abitante ...

Prandina (Pdl): un Pd alla deriva diffama i nostri dirigenti politici

pd-franceschiniEgregio direttore, sfidando il caldo infernale di questi giorni, dopo il rientro dalle vacanze, mi reco ...