iscrizionenewslettergif
Salute

Oms: lampade abbronzanti cancerogene

Di Redazione30 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le lampade abbronzanti sono cancerogene

Le lampade abbronzanti sono cancerogene

L’abbronzatura piace un pò a tutti, ma c’è qualcuno che proprio non riesce a rinunciare alla tintarella, magari anche in inverno grazie all’utilizzo delle lampade solari. Ma attenzione, ora è arrivata la conferma: le lampade abbronzanti sarebbero cancerogene. Lo sostiene l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

La Iarc ha deciso di alzare il livello di rischio delle apparecchiature Uv, passandole dalla categoria di “probabili cancerogeni” a quella di “cancerogeni per l’uomo”. Venti ricercatori di nove paesi diversi hanno svolto uno studio che ha messo in evidenza la pericolosità – peraltro già nota ma non del tutto confermata – delle lampade solari. “L’analisi di oltre 20 studi epidemiologici – si legge in un comunicato – dimostra che il rischio di melanoma aumenta del 75 per cento se l’uso delle apparecchiature abbronzanti inizia prima dei 30 anni”.

Il rapporto completo è stato pubblicato sul numero di agosto della rivista Lancet Oncology. Secondo i dati, nell’ultimo trentennio, ovvero quello in cui le lampade hanno avuto un boom di mercato, il tasso di cancro alla pelle si è più che quadruplicato passando da 3,4 casi su 100mila nel 1977 a 14,7 casi nel 2006. Secondo gli esperti gran parte della colpa di quest’incremento sarebbe da attribuire al tentativo di essere sempre abbronzati e alla conseguente frequenza con cui ci si sottopone a sedute abbronzanti dall’estetista.

Sempre secondo gli studiosi, ci sono categorie più a rischio. Come gli appartenenti al fototipo uno, ovvero persone dalla pelle e occhi chiari, capelli rossi o biondi, e le persone molto giovani. Alcuni paesi si sono già dati da fare per proteggere i ragazzi. In Francia, per esempio, è stato vietato ai minorenni l’uso dell’abbronzatura artificiale, come raccomandato da Oms e Unione Europea, mentre Germania e Gran Bretagna stanno valutando la cosa. Anche negli Stati Uniti le norme sono state inasprite, sempre con un occhio di riguardo per i più giovani.

Lo sport diminuisce il rischio di cancro

Fare sport aiuta a prevenire il cancro Nuove conferme sul fatto che l'attività fisica fa davvero bene alla salute. Uno studio finlandese, ...

Pillola, arriva la Ru486 fra le polemiche

Una confezione di Ru486 La Ru486, più nota come pillola abortiva, arriva anche in Italia. Dopo una riunione durata ...