iscrizionenewslettergif
Economia

Bollette troppo salate: multa da 50mila euro per Uniacque

Di Redazione27 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Multa da 50mila euro per la società Uniacque

Multa da 50mila euro per la società Uniacque

La società Uniacque, che gestisce il servizio idrico integrato nella provincia di Bergamo per conto dell’Ato, l’Autorità d’ambito ottimale, si è beccata una multa da 50mila euro. Il motivo? L’aver aumentato le tariffe senza alcun preavviso.

Il fatto riguarda in particolare il comune di Sovere. Gli abitanti del paese della Val Borlezza, nel passaggio dalla gestione locale, in carico alla Valcavallina servizi Srl, alla gestione di livello provinciale, si sono trovati di fronte a un forte incremento delle bollette dell’acqua. Un aumento che in alcuni casi ha toccato il 200 per cento. Inoltre, si sono visti recapitare fatture per il pagamento degli arretrati per i consumi effettuati tra gennaio 2007 e giugno 2008.

Subito sono scattate le proteste. Secondo i cittadini le tariffe hanno subito un forte incremento e, soprattutto, senza preavviso da parte della società. Ecco allora che la questione è stata sottoposta anche al Garante della concorrenza e del mercato. Dopo aver valutato con attenzione il caso, il Garante ha deciso di applicare una multa di 50mila euro a Uniacque. Una cifra minore rispetto alla massima sanzione prevista, pari a 500mila euro. Il motivo dello “sconto” è il fatto che la società che gestisce il servizio idrico, dopo le lamentele riguardanti le tariffe, ha disposto delle proroghe e dei pagamenti scaglionati in cinque rate mensili.

Uniacque ha cercato di difendersi. Stando alla società, costituita nel marzo del 2006, sarebbe stato compito dell’Ato comunicare le nuove tariffe agli utenti, visto che era stata l’Autorità d’ambito ottimale ad approvarle. Il Garante, però, non ha ritenuto comunque corretto il comportamento di Uniacque, sostenendo che come affidataria del servizio integrato idrico avrebbe dovuto farsi carico di una corretta informazione nei confronti dei consumatori. In ogni caso Uniacque non ha perso tempo e ha già presentato un ricorso al Tar del Lazio contro la decisione presa dal Garante.

Perdite per 100 milioni: Myair sull’orlo del fallimento

Un Airbus della Myair La magistratura vicentina presenterà istanza di fallimento della società Myair a tutela dei creditori. Dalle ...

Aeroporto: la Sacbo investe 60 milioni in infrastrutture

L'aeroporto di Orio al Serio Vertice quest'oggi all’aeroporto di Orio al Serio tra gli azionisti di Sacbo, i componenti il ...