iscrizionenewslettergif
Bergamo

Si fingono operatori dell’Enel e truffano un’ottantenne

Di Redazione23 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I finti tecnici dell'Enel hanno tentato tre truffe

I finti tecnici dell'Enel hanno tentato tre truffe

BERGAMO — Anziani ancora nel mirino dei truffatori. Nella giornata di ieri sono stati tre i casi di tentata truffa in città. Due malviventi, fingendosi operatori dell’Enel, hanno bussato alla porta di tre anziani, in via Cerasoli, via Corridoni e via Mazzi. Solo in un caso i finti tecnici sono riusciti a mettere a segno la truffa, rubando denaro e gioielli a una povera 80enne.

La prima anziana presa di mira è stata una 79enne residente in via Cerasoli. Ieri mattina alle 9.30, i due malviventi hanno bussato alla porta della povera malcapitata, fingendosi tecnici dell’Enel. La donna, ingenuamente, li ha fatti entrare. Uno dei due, con la scusa di controllare i contatori della luce, si è intrufolato nella camera da letto mentre l’altro intratteneva la signora. L’uomo, di età compresa tra i 30 e i 40 anni, ha rubato alcuni gioielli, mostrandoli poi alla signora e dicendole di averli recuperati poco prima da una zingara che si era appena allontanata dall’edificio.

Per scoprire dove la povera anziana custodisse il denaro, i due finti tecnici le hanno chiesto di verificare se le mancavano anche dei soldi. A quello strano invito la donna ha cominciato ad insospettirsi e così ha chiesto ai due di allontanarsi dall’abitazione. Cosa che i due hanno fatto rapidamente, senza però il bottino.

Altro tentativo di truffa alle 12.30. I due malviventi si sono recati in via Corridoni e hanno suonato il campanello a un’ottantenne. Stavolta, purtroppo, il colpo è andato a segno. Alla richiesta dei due finti operatori, la signora ha mostrato dove custodiva il denaro ed è stata derubata. Più tardi, accortasi della truffa, ha avvertito il 113.

Ultimo tentativo dei malviventi alle 17 in via Mazzi. Stavolta vittima della truffa un anziano che, fortunatamente, non ha nemmeno aperto la porta ai due finti tecnici e prontamente ha avvertito il 113. Sui tre casi stanno indagando gli agenti della questura di Bergamo.

Viale Giulio Cesare: le piste ciclabili sui marciapiedi sono pericolose, e le auto no?

Parcheggio selvaggio in viale Giulio Cesare SANTA CATERINA -- Si è molto parlato in questi giorni di viale Giulio Cesare e ...

Furto in merceria: denunciate due cinquantenni

La Questura di Bergamo SANTA CATERINA -- Amiche per la pelle e con un "hobby" comune: rubare. Due signore ...