iscrizionenewslettergif
Bassa

Grassobbio, a fuoco 400 tonnellate di fieno: ipotesi dolosa

Di Redazione22 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I Vigili del fuoco in azione nell'azienda agricola (Foto Mariani)

I Vigili del fuoco in azione nell'azienda agricola (Foto Mariani)

GRASSOBBIO — Duro lavoro ieri sera a Grassobbio per i Vigili del fuoco. Verso le 22.30, all’interno dell’azienda agricola Bonaiti, di via Zanica, è scoppiato un grosso incendio. Quattrocento tonnellate di fieno e paglia sono andate distrutte. Sulle cause del rogo sono in corso accertamenti, ma i titolari dell’azienda ipotizzano si sia trattato di un atto doloso.

Per spegnere l’incendio sono servite quattro squadre dei Vigili del Fuoco e nove automezzi. I volontari sono riusciti a spegnere le fiamme solo intorno alle 10.30 di stamattina. Dodici ore di duro lavoro, senza sosta, in cui i pompieri hanno anche disperso il materiale bruciato per evitare che le fiamme potessero ripartire.

Nell’azienda agricola di via Zanica i titolari sono padre e figlio. Ieri sera, verso le 22.15, terminato il lavoro, il padre è tornato a casa per cena. Poco dopo ecco la chiamata allarmata del figlio che lo avvertiva del rogo. Subito hanno avvertito i pompieri.

Per fortuna le fiamme hanno interessato solo l’area dove era accatastato il foraggio: quattro grandi mucchi di fieno alti circa tre metri ciascuno e lunghi trenta. Due cataste si trovavano a cielo aperto, mentre altre due sotto i teli di due serre. Nell’incendio sono stati distrutti anche due rimorchi del carro agricolo posteggiati sotto i teloni. Per fortuna nessun danno ai bovini che si trovavano in una stalla a circa 30 metri di distanza.

Sulle cause del rogo sono in corso accertamenti. I titolari, però, hanno avanzato l’ipotesi del dolo. Prima di tutto perchè il fieno era stato tagliato nei mesi di maggio e giugno e quindi difficilmente soggetto ad autocombustione. In secondo luogo, nella zona non ci sono cavi elettrici da cui potrebbe essere partita la scintilla che ha provocato il rogo. Inoltre il primo fascio di fieno che ha preso fuoco è stato proprio quello vicino all’ingresso dell’azienda, alla portata di qualche malintenzionato.

Agguato a Ghisalba: ferito albanese pregiudicato

Sull'agguato stanno indagando i Carabinieri di Romano GHISALBA -- Probabilmente è stato un agguato a scopo intimidatorio quello che ieri sera ha ...

Scontro fra auto e moto a Brignano: morti i due conducenti

Un'ambulanza del 118 in azione BRIGNANO -- Terribile incidente stradale ieri sera alle 21 a Brignano. Nello scontro fra un'auto ...