iscrizionenewslettergif
Salute

L’esame all’intestino si fa con la videocapsula

Di Redazione18 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Presto la videocapsula da ingoiare potrebbe sostituire la colonscopia

Presto la videocapsula da ingoiare potrebbe sostituire la colonscopia

La tecnologia compie ogni giorno passi da gigante, anche in campo medico. E ora è in arrivo un’invenzione che potrebbe portare a una svolta nel settore degli esami diagnostici. La colonscopia, fastidioso – e spesso anche doloroso – esame eseguito per andare a indagare patologie all’intestino, potrebbe presto essere sostituita da una videocapsula da ingoiare.

Basterà bere un bicchiere d’acqua e deglutire, ed ecco che la capsula dotata di micro-telecamere scenderà nello stomaco e poi nel colon, percorrendo tutto il tratto intestinale. L’innovativa pastiglia, che si trova già in commercio, oltre alle due telecamere, continene due sorgenti luminose e un’antenna. E’ lunga 31 millimetri e ha un diametro di 11 millimetri. Una volta nell’intestino, sarebbe in grado di inviare 4 immagini al secondo a un piccolo ricevitore che il paziente avrà con sè.

La videocapsula sarà dotata di batterie con un’autonomia di 10 ore, al termine delle quali la pillola sarà già stata espulsa.

L’efficacia di questo apparecchio è stata dimostrata da uno studio effettuato su 300 pazienti in tutta Europa, a cui ha partecipato anche il policlinico universitario Agostino Gemelli di Roma. Secondo i medici i risultati della ricerca, pubblicati nei giorni scorsi sul New England Journal of Medicine, sono molto incoraggianti. La qualità delle immagini è molto buona e già oggi consente d’identificare le più importanti patologie che possono colpire il colon.

A settembre sarà la volta di un secondo studio, più approfondito, che prenderà in esame la seconda generazione di videocapsule, ancora più evolute di quelle attuali. Le previsioni dicono che entro un anno l’innovativo esame verrà offerto come valida alternativa alla colonscopia. In ogni caso la capsula potrebbe essere impiegata solo per la diagnosi.

Adolescenza: più ansie per il gentil sesso

Le giovani adolescenti sono più sensibili ai giudizi altrui E' opinione comune il fatto che le femmine siano più sensibili dei maschi. In particolare ...

Ai Riuniti Daniel Sargent, luminare dell’oncologia

Una ricercatrice al lavoro Negli ultimi 15 anni sono stati fatti enormi passi avanti nella cura contro il ...