iscrizionenewslettergif
Bergamo

Temporali devastanti in città e provincia: danni a profusione

Di Redazione17 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sembra l'apocalisse. Il temporale, nero come la pece, si avvicina a Via San Bernardino, in città

Sembra l'apocalisse. Il temporale, nero come la pece, si avvicina a via S.Bernardino, in città

updated BERGAMO — E’ cominciato con un buio pesto che ha oscurato il giorno. E poi giù, pioggia a secchiate e chicchi di grandine grandi come noci. Avranno di che lavorare lunedì le assicurazioni per risarcire tutti i danni provocati dei due devastanti temporali in queste ore hanno colpita la nostra zona.

Il primo, questa mattina, ha flagellato la provincia portando danni consistenti ad auto, giardini, tettoie. Il secondo si è abbattuto intorno alle 16.30 sulla città. E anche qui danni a profusione.

In Valle Brembana il nubifragio è durato due ore dalle 8 alle 10. Nella conca di Serina con violenza della pioggia, accompagnata da fortissime raffiche di vento, è stata tale da rendere la visibilità praticamente nulla.

Stesso dicasi in Valseriana soprattutto nella zona di Clusone, Ponte Nossa e Parre. Solo che in più ci si è messa la grandine. A Rovetta un albero è finito sulla provinciale interrompendo la circolazione. Nell’Isola, a Ponte San Pietro si sono registrati allagamenti nella centralissima via Garibaldi. A Dalmine è caduto un albero e un palo della luce è pericolante.

Un'impressionante Largo Barozzi (foto Mariani)

Un impressionante Largo Barozzi (foto Mariani)

Poi è toccato alla città. Pesantissimi i danni alle automobili parcheggiate all’esterno. Decine di chiamate ai Vigili del fuoco per gli allagamenti. Tettoie sfondate di chicchi di ghiaccio che piombavo dal cielo, mentre la gente cercava di trovare rifugio sotto il primo riparo disponibile. La zona degli Ospedali Riuniti, da via Statuto e largo Barozzi, è finita letteralmente sott’acqua. In via Alberi XXIV Maggio un grosso ramo si è staccato da un albero e ha centrato una Bmw in sosta con guidatore annesso. Per fortuna l’uomo alla guida è illeso.

Semafori in tilt all’ora di punta in viale Vittorio Emanuele e piazza Matteotti dove i semafori sono andati in tilt. Il solerte intervento della Polizia municipale ha limitato i danni e i disagi.

Gravi danni anche all’agricoltura. Secondo quanto riferisce la Coldiretti, la grandinata nella zona di Clusone ha completamente rovinato le colture in campo. I prati e il mais presentano danni che vanno dal 70 al 100 per cento. Un leggera grandinata ha investito anche i vigneti della Valcalepio. Nella zona di Zanica  invece raffiche di vento molto forti hanno divelto le strutture di numerose serre e scoperchiato diverse colture orticole.

E in serata è arrivata la richiesta di stato di calamità. La Regione Lombardia l’ha inoltrata al governo dopo aver valutato la situazione dei danni.

Venerdì sera il Borgo al centro del divertimento

Borgo Santa Caterina tutti i venerdì di luglio come i navigli SANTA CATERINA -- Dopo l'edizione passata, bagnata dal maltempo, quella nuova rischia di finire annegata ...

Rapina da 12mila euro al benzinaio di via Corridoni

Rapina da 12mila euro al benzinaio di via Corridoni SANTA CATERINA -- Gli ha portato via 12mila euro in contanti. Vittima della rapina a ...