iscrizionenewslettergif
Sport

Il procuratore: Guarente resta all’Atalanta per diventare un gran giocatore

Di Redazione16 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
il nerazzurro Tiberio Guarente alla presentazione di domenica

il nerazzurro Tiberio Guarente alla presentazione di domenica

BERGAMO — Ne parlano in molti, sembra inevitabile. La Fiorentina ha venduto Felipe Melo, ha incassato parecchi milioni e quindi deve comprare. Girano un sacco di nomi, uno dei quali è quello di Tiberio Guarente, sulle cui tracce ci sarebbero anche gli spagnoli del Siviglia.

Da Zingonia sono arrivati segnali confortanti per i tifosi. “Il gruppo che sale a Brentonico è praticamente definitivo, ci saranno solo ritocchi”. Con queste parole il direttore sportivo Carlo Osti ha tranquillizzato tutti il giorno della presentazione.

Numeri alla mano sarebbe strano il contrario visto che l’Atalanta ha fatto cassa, si è rinforzata e quindi non ha necessità di lasciar partire un cardine come il giovane pisano. Che a Bergamo sta benissimo e può solo migliorare.

Ammiccamenti? Mezze notizie? Sondaggi gigliati? Tutte ipotesi. Contattato da Bergamosera.com, l’agente del Tiberio nerazzurro Giovanni Bia smentisce ogni contatto con Pantaleo Corvino e dice pure qualcosa in più. “La Fiorentina? Io non ho sentito nessuno – dichiara Bia –. Ho già detto come sia seguito da parecchie squadre ma non c’è nulla con i viola. L’Atalanta tramite Osti mi ha confermato anche negli ultimi giorni come le intenzioni siano di mantenere unito il gruppo partito per Brentonico, quindi a meno di offerte irrinunciabili che potrebbero cambiare gli scenari Guarente rimane a Bergamo”.

Già, offerte irrinunciabili. In un mercato dove tutti parlano ma spende solo il Real Madrid, quanto serve investire per comprare Guarente? “Non posso rispondere con precisione, l’Atalanta non mi ha dato una cifra di riferimento. Sono discorsi mai approfonditi che comunque in primis coinvolgono le società”.

Appunto, le società. Sembra che un concetto sia poco chiaro. E’ la Fiorentina che deve comprare, non l’Atalanta che ha bisogno di vendere. Certo, venissero con una bella valigia piena di euro sarebbe difficile dire di no, ma poi bisognerebbe trovare un sostituto all’altezza, operazione difficile visti i prezzi che girano.

L’ultima battuta di Bia è pesante, forse decisiva. Secondo lei cosa è meglio in questo momento per Guarente? Risposta secca, decisa. “Lui sta bene a Bergamo e sono convinto che un’altra stagione in maglia nerazzurra non possa che fargli bene per il salto definitivo. Forse oggi non è ancora pronto per un palcoscenico europeo, con l’Atalanta può diventare un grande giocatore”.

Tiberio, ricorda Floccari. Ha saputo aspettare, è cresciuto e si è consacrato.

Fabio Gennari

Festa della Dea, brividi ed emozioni

I ragazzi della Dea BERGAMO -- Indescrivibili. Si parla di emozioni, quelle sono già difficilmente raccontabili in condizioni normali. ...

Atalanta, Acquafresca è arrivato: ecco le foto esclusive

Il centravanti atalantino durante la presentazione a Brentonico (foto Daniele Zeni) BERGAMO -- L’avventura di Robert Acquafresca con la maglia dell’Atalanta è ufficialmente iniziata. Il gioiello ...