iscrizionenewslettergif
Politica

Congresso Partito democratico: Martina si schiera con Bersani

Di Redazione3 luglio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il segretario del Pd lombardo, il bergamasco Maurizio Martina

Il segretario del Pd lombardo, il bergamasco Maurizio Martina

BERGAMO — “Sto con Bersani”. Così il segretario regionale del Pd, il bergamasco Maurizio Martina, ha fatto la sua scelta di campo in vista del congresso del Partito Democratico che si terrà ad ottobre. In un’intervista ad Affari Italiani il giovane esponente del centrosinistra ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a schierarsi apertamente con l’ex ministro dello Sviluppo economico nella corsa alla leadership del Partito democratico che si concluderà con le primarie di ottobre.

Addio Veltroni – che appoggia il suo delfino Franceschini – e variazione di rotta verso il diessino Bersani. Il segretario del Pd lombardo e membro della segreteria nazionale del partito sostiene che “con Bersani possiamo aprire una storia nuova. E’ un candidato in sintonia con le nostre terre e che ha voglia e capacità di confrontarsi con il mondo della piccola e media impresa del Nord”.

Quanto a Franceschini, Martina ritiene abbia fatto “un lavoro egregio in questi mesi ma serve una fase nuova da concretizzare con Bersani più vicina ai ceti produttivi e popolari”. Poche chances anche per il terzo possibile candidato Civati: “Guarderò al suo programma, ma la scelta l’ho già fatta”

Infine Martina stigmatizza le parole di Debora Serracchiani che ha attaccato Bersani e D’Alema: “Ha dato l’impressione di una spocchia che non serve a nessuno”.

Incidenti simulati e furti d’auto: Stucchi scrive al ministro Maroni

Il ministro dell'interno Roberto Maroni BERGAMO -- Ricordate il rocambolesco furto d'auto di qualche giorno fa a Verdellino? Sì, quello ...

Da Gargano a Vertova: ricomincia la battaglia di Belotti contro i comunisti

Il leghista Daniele Belotti (al centro) in Regione BERGAMO -- Per qualche giorno ci aveva sperato. Ma al primo discorso in consiglio comunale ...