iscrizionenewslettergif
Editoriali Politica

Palafrizzoni: la nuova Giunta si presenta fra buone intenzioni e “scivoloni”

Di Redazione30 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La nuova giunta comunale (foto courtesy www.comune.bergamo.it)

La nuova giunta comunale (foto courtesy www.comune.bergamo.it)

Fra sorrisi, pacche sulle spalle e volti tesi e soddisfatti, Franco Tentorio ha presentato questa mattina a Palazzo Frizzoni la squadra con cui amministrerà Bergamo per i prossimi anni.

Tentorio l’ha definita “giovane”. Vero, per certi versi. Anche se non sempre gioventù è sinonimo di competenza. E soprattutto dimenticando che lui stesso, il sindaco, non è proprio di primo pelo. Tant’è che alla prima domanda seria dei giornalisti ha dato sfoggio alla sua lunga esperienza amministrativa, promettendo un’inversione di tendenza sul Piano di governo del territorio e una città più vicina alla nostra tradizione.

Esperienza amministrativa che difetta invece all’avvocato Andrea Pezzotta. Il nuovo assessore ha detto che sotto la sua gestione “l’urbanistica seguirà le esigenze dei cittadini e verrà affrontata in maniera assolutamente corretta dal punto di vista tecnico”. Senza notare che molto spesso esigenze dei cittadini e tecnicismi non vanno proprio di pari passo, anzi, a volte uno esclude l’altro. E prospettando l’esatto contrario di quanto i comitati di residenti hanno chiesto finora. Ovvero dei piani d’intervento dove il buonsenso prevalga sul mero aspetto tecnico. Aspetto tecnico che – detto per inciso – anche con l’amministrazione Bruni era assolutamente inoppugnabile. Sarà stata l’emozione delle telecamere.

Le telecamere hanno fatto un brutto scherzo anche a Gianfranco Ceci che pareva ipnotizzato dall’obiettivo. Il vicesindaco poi si è ripreso e ha promesso un approccio concreto alle questioni della mobilità, paventando la sparizione delle zone 30 dove non servono.

Adrenalinico invece l’assessore alla sicurezza Cristian Invernizzi che è partito subito lancia in resta, sfiorando l’incidente diplomatico. Il segretario provinciale della Lega ha fatto sentire di che pasta è fatto. Intervistato da Bergamotv, con il suo vocione, dietro agli occhialetti bianchi e neri, dopo alcune frasi di circostanza ha promesso nuove iniziative subito e parlato di “grandissimo lassismo nel controllo del territorio”. Prefetto e comandanti delle forze dell’Ordine sentitamente ringraziano…

Provincia: il blocco leghista e l’incognita Pdl

Il presidente della Provincia Ettore Pirovano (a destra) a consulto con il consigliere regionale leghista Daniele Belotti (foto courtesy lacasadellelibertà.splinder.com) Scorrendo la lista degli assessori scelti dall'Amministrazione Pirovano balzano all'occhio nomi vecchi e nuovi che ...

Stupri: pubblicare le “foto segnaletiche” dei ricercati

La Camera dei Deputati ROMA -- Un elenco pubblico dei condannati per violenza sessuale. Foto segnaletiche dei latitanti accusati ...