iscrizionenewslettergif
Provincia

Cerchi nel grano e Ufo: 65 strani avvistamenti in Bergamasca negli ultimi anni

Di Redazione25 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sono molte le scie luminose viste nei cieli della Bergamasca in questi anni

Sono molte le scie luminose viste nei cieli della Bergamasca in questi anni

La domanda, fra il serio e il faceto, che dalla parti della Bassa molti si pongono dopo aver visto i cerchi nel grano di Brignano Gera d’Adda é: ma in Bergamasca ci sono davvero gli alieni?

Gli scettici sorridono, benevolmente. Certo è che spuntando gli annali dell’ufologia salta fuori che la Bergamasca è una zona ricchissima di strani avvistamenti. Altro che Roswell. Il primo schianto di un Ufo che la storia ricordi è avvenuto in provincia di Bergamo. E sapete dove? A Sorisole. La notizia arriva dall’America. Per la precisione dal Burlington Ufo and Paranormal research and educational center di Bulington Wisconsin, un’autorità dell’ufologia mondiale. 

Secondo il centro di ricerca statunitense il crash – così è definito in gergo tecnico l’impatto al suolo di un oggetto volante non identificato – sarebbe avvenuto nel lontano 1884. “Il 13 dicembre di quell’anno – sostiene il centro paranormale – un oggetto brillante è precipitato dal cielo ed è andato a schiantarsi su un prato del paese di Sorisole, vicino a Bergamo. Si tratta del primo di una serie di incidenti accaduti in Italia che vedono il coinvolgimento di Ufo”.

Una versione confermata anche dal Seti, l’Istituto di radioastronomia che ascolta le trasmissioni che provengono dallo spazio. Quanto alle prove di quello schianto lontano nel tempo nulla è dato sapere. Il racconto del crash se n’è andato con i bisnonni. E oggi a Sorisole non c’è più traccia, nemmeno parlata, della vicenda.   

Tuttavia nei decenni successivi sul nostro territorio sono avvenuti un bel po’ di avvistamenti quanto meno sospetti. Secondo il Centro ufologico nazionale sarebbero almeno 65 gli episodi registrati in Bergamasca fra il 1942 e il 1998. Molti dei casi sono concentrati fra il 1972 e il 1979, in piena Guerra Fredda. Alcuni sono conseguenza di fenomeni naturali. Altri risultano inspiegabili.

Clamoroso, sfogliando gli annali, quello del settembre del 1973. Quando intorno alle 19.30, numerosi cittadini vedono un disco volante volteggiare sopra Città Alta, grossomodo nella zona dell’attuale seminario, e allarmati chiedono l’intervento della Questura. Oppure quello del 22 ottobre dello stesso anno, quando intorno alle 20.30 a Chignolo d’Isola si notano strane luci nel cielo e la mattina dopo tracce al suolo in un campo di mais su cui i Carabineri aprono un’inchiesta. 

Ma gli episodi di strani avvistamenti sono innumerevoli un po’ in tutta la Bergamasca. Cerete, Bratto, Fiorine di Clusone, Presezzo, Sorisole, Albino, Nese, Pontida, Castelli Calepio, Torre Boldone, Bergamo stessa. E talvolta coinvolgono anche apparecchiature radar. Il 21 luglio 1974, alle 03.35 del mattino, per esempio, i controllori di volo di Linate vedono una luce su Bergamo che pulsa immobile e che poi schizza via velocissima.

L’ultimo caso, in ordine di tempo, è del  7 febbraio 2008. Decine di persone in tutta la provincia di Bergamo vedono una sfera infuocata di colore arancione che attraversava il cielo lasciando dietro di sé una scia luminosa. Le segnalazioni arrivano da zone diverse della provincia: da Albino, in Val Seriana, fino alla Bassa, tra le 19 e le 19,30. 

Insomma, ce n’è abbastanza per alzare gli occhi al cielo…

Incendio a Malindi: bruciano le ville dei bergamaschi

pompieri in azione BERGAMO -- Violento incendio ieri pomeriggio a Malindi, località del Kenya molto nota e frequentata ...

Truffa alle assicurazioni per 750mila euro: 23 arresti

La Polizia stradale ha arrestato 23 persone per truffa a compagnie assicurative BERGAMO -- Noleggiavano auto all'estero e poi, in Italia, provocavano tamponamenti per ottenere il risarcimento ...