iscrizionenewslettergif
Provincia

Incendio a Malindi: bruciano le ville dei bergamaschi

Di Redazione22 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
pompieri in azione

pompieri in azione

BERGAMO — Violento incendio ieri pomeriggio a Malindi, località del Kenya molto nota e frequentata dai turisti italiani. Verso le 13 (ora locale) le fiamme hanno colpito la zona di Kibokoni, riducendo in cenere almeno 150 abitazioni e una cinquantina di automobili. Tra le ville bruciate, circa una decina appartenevano a bergamaschi.

Stando alle prime informazioni, l’incendio è scoppiato a causa di un corto circuito che si è sviluppato in un’abitazione di Rajo Villas. Poi il forte vento che soffiava in quel momento ha alimentato le fiamme, propagando l’incendio e coinvolgendo un gran numero di case. Colpito dalle fiamme anche il prestigioso Palm Tree Club Hotel.

In quella zona la maggior parte dei tetti delle case sono in makuti, vale a dire foglie di palma intrecciate tra loro. Una copertura, quindi, che prende fuoco molto facilmente, soprattutto nella stagione calda.

Per ora non ci sono notizie di morti o feriti. Fortunatamente la maggior parte delle abitazioni non era abitata, in quanto la stagione turistica non è ancora cominciata. Malindi è una delle prime aree sviluppate turisticamente da imprenditori del Nord Italia, tra cui bresciani e bergamaschi. Tra le abitazioni coinvolte nell’incendio, ce ne sono una decina che apparterrebbero a bergamaschi.

Traffico di droga in Bergamasca: 4 arresti

carabinieri1BERGAMO -- L’indagine antidroga condotta dal Nucleo investigativo dei Carabinieri di Bergamo ha portato all’arresto ...

Cerchi nel grano e Ufo: 65 strani avvistamenti in Bergamasca negli ultimi anni

Sono molte le scie luminose viste nei cieli della Bergamasca in questi anni La domanda, fra il serio e il faceto, che dalla parti della Bassa molti si ...