iscrizionenewslettergif
Bassa

Bimbo di due anni ingerisce metadone e rischia la vita

Di Redazione17 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

poliziadistatoarp

TREVIGLIO — Si è davvero sfiorata la tragedia in una casa di Fontanella. Martedì scorso, ma l’episodio è venuto alla luce solo oggi, un bambino di 22 mesi ha ingerito metadone lasciato in giro per casa dai genitori e ha rischiato di morire avvelenato.

Dalle prime indagini svolte dal Commissariato di polizia di Treviglio, i genitori avrebbero sottovalutato l’entità del gesto. Il piccolo ha ingerito il metadone ma la madre 28enne non gli avrebbe dato peso perché il bambino non mostrava sintomi di malessere.

Il malessere e pesante è arrivato mezz’ora dopo. Il bambino è caduto a terra svenuto. La donna ha dato l’allarme e insieme al padre, di un anno più vecchio di lei, lo ha portato al Pronto soccorso dell’ospedale di Treviglio. Qui le condizioni del piccolo sono peggiorate rapidamente. I medici hanno perciò deciso un trasferimento d’emergenza agli Ospedali Riuniti di Bergamo attraverso un elicottero.

Il piccolo è stato ricoverato in terapia intensiva. La prognosi è ancora riservata ma da quanto trapelato sembra non essere più in pericolo di vita.

Nel frattempo, sono state avviate le indagini dal Commissariato di Polizia. La casa è stata perquisita. Dai rilievi è emerso che i genitori si sono procurati il metadone da una terza persona che a sua volta lo aveva ricevuto da un altro. Queste ultime due persone sono state denunciate per cessione di sostanza stupefacente. I genitori invece sono finiti indagati per lesioni personali aggravate.

Trascinata dalla corrente dell’Adda: polacca salvata dai sommozzatori

Il fiume Adda FARA D'ADDA -- Nonostante il divieto di balneazione, aveva deciso di tuffarsi nell'Adda per farsi ...

Romano, rapina con spaccata: preso pluripregiudicato serbo

I Carabinieri arrestano il malvivente ROMANO DI LOMBARDIA -- Furto con spaccata stamattina al negozio d'abbigliamento "Les Folies" di Romano ...