iscrizionenewslettergif
Sport

Esclusivo. Parla il procuratore: Guarente resta all’Atalanta, a meno che…

Di Redazione15 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il forte centrocampista atalantino Tiberio Guarente

Il forte centrocampista atalantino Tiziano Guarente

BERGAMO — “L’Atalanta non sarà smantellata”. Nella conferenza stampa di sabato mattina, durante la presentazione del nuovo tecnico Anglo Gregucci, il direttore sportivo Carlo Osti ha usato queste parole per tranquillizzare i tifosi.

In un mercato folle come quello cui stiamo assistendo probabilmente non ci sono certezze assolute. Ma volontà e convinzioni contano sempre e le parole di Giovanni Bia, procuratore di Guarente raggiunto in esclusiva, sono musica per gli appassionati atalantini.

“La situazione di Guarente è ferma – ha dichiarato Bia – non ci sono trattative in corso. Certamente non mancano le squadre interessate, ma decide l’Atalanta e l’ultima volta che ho sentito il direttore Carlo Osti, circa dieci giorni fa, non sono emerse intenzioni che possano far pensare ad una cessione”.

Quando parla un agente è sempre buona norma soppesare le dichiarazioni. Ma questa volta non ci sono molti dubbi, Guarente rimane e sarà un pilastro della nuova Atalanta targata Gregucci.

“Kaka sembrava incedibile e sappiamo tutti che fine ha fatto, è un mercato difficile dove contano molto i bilanci e dove le società difficilmente rinunciano ad offerte clamorose. Io mi occupo del contratto del ragazzo, non voglio entrare nel merito della valutazione che l’Atalanta fa di Guarente – si parla di 9 milioni di Euro, ndr – e credo che la situazione possa cambiare solo se arrivassero in società proposte cui è impossibile dire di no”.

Il forte centrocampista pisano, quindi, continuerà il percorso di crescita in maglia atalantina. Sperando che i miglioramenti visti nell’ultima stagione si possano ripetere. “Guarente è molto legato a Bergamo e all’Atalanta – ha continuato Bia -. Se in Italia e anche in Europa ci sono squadre interessate a lui è merito anche dell’ambiente in cui ha potuto esprimersi. Ha un debito di riconoscenza ed è felice di giocare con questa maglia, sono sicuro che un altro campionato da protagonista non possa che fargli bene”.

Fabio Gennari

Preparazione: l’AlbinoLeffe ricomincia il 14 luglio

albino_leffe BERGAMO -- Non si sono ancora spenti gli echi della mancaa qualificazione alla fase finale ...

Basket: Frattin e l’Intertrasport si separano

I giocatori dell'Intertrasport Treviglio TREVIGLIO -- E' finito il rapporto lavorativo fra l'Intertrasport e il coach Lino Frattin. Lo ...