iscrizionenewslettergif
Lettere

Albino, atto ignobile: se la politica non rispetta nemmeno i cimiteri

Di Redazione15 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

loculi-cimitero

Gentile Direttore
Sabato mattina, si è assistito ad un vile gesto di ignoti che, nel cimitero di Bondo Petello nella notte tra venerdì e sabato, hanno ricoperto le tombe dei nostri cari albinesi di volantini elettorali esposti nel territorio albinese e recentemente strappati.

La Sezione della Lega Nord ed il Coordinamento del Popolo della Libertà di Albino esprimono la più sincera solidarietà alle famiglie colpite direttamente da tale gesto condannando quest’azione infame e chi non ha rispetto dei defunti e dei luoghi sacri. La locale stazione dei Carabinieri è stata immediatamente avvertita per le indagini del caso, nella speranza che certi personaggi vengano seriamente puniti dalle Autorità preposte.

Dall’inizio della campagna elettorale abbiamo subito numerosi atti vandalici e gesti diffamatori verso la Lega Nord ed il Popolo della Libertà. Dalla devastazione delle proprie sedi, alle scritte minacciose a comportamenti degni dei centri sociali tanto cari alla sinistra. Nonostante tutte queste meschinità noi abbiamo sempre tenuto un comportamento sereno parlando di contenuti politici, purtroppo, davanti a questi gesti profanatori che toccano l’intimità delle persone non potevamo tacere.

I valori cattolici, che stanno alla base del nostro agire, ci hanno portato a denunciare tutti questi fatti che vanno oltre l’essere candidati e sconfinano nella strategia dell’intimidazione proprio come nei tempi più cupi e pericolosi della nostra recente storia italiana.

Aldo Piccinini
Membro direttivo nazionale Lega Lombarda

 

 

Gentile Piccinini,
rabbrividisco all’idea che anche un luogo sacro e inviolabile come un cimitero possa diventare terreno di scontro politico. Chi ha compiuto un simile gesto si commenta da sé. E’ un gesto ignobile, avete fatto bene a stigmatizzarlo. Ci sono posti della vita privata delle persone – e questo è uno di quelli – che non possono essere macchiati da qualsivoglia volantino o slogan. Nei cimiteri regnano in pace le anime di persone care che sono mancate. I cimiteri accolgono i sentimenti di quelli che restano. E nel loro silenzio ci si sente vicini a chi non c’è più, almeno per un attimo di fugace serenità. Glielo dico da figlio che ha perso un padre non troppo tempo fa. Questo giornale, il mio giornale, si unisce alla sua cordata: giù le mani dai cimiteri.

Wainer Preda
direttore responsabile

Davide Carrara (Lega Nord): noi riqualificheremo Albino

image_preview Stim.mo Direttore, ritengo doveroso commentare quanto dichiarato, nei giorni scorsi, dal mio avversario Luca Carrara agli organi ...