iscrizionenewslettergif
Economia Valbrembana

Chiude la Miti di Zogno: i lavoratori manifestano in città

Di Redazione10 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
telai fermi, fabbriche chiuse, operai a casa. La crisi sferza la Bergamasca

telai fermi, fabbriche chiuse, operai a casa. La crisi sferza la Bergamasca

ZOGNO — Altri 72 posti di lavori (e relative famiglie) che se ne vanno. Contro l’inaspettata decisione di chiudere l’azienda, annunciata a fine maggio, i lavoratori della Miti di Zogno sciopereranno domani, a partire dalle 8.30, davanti alle sede di Confindustria, a Bergamo.

I lavoratori contano di far sentire la loro voce. Nella sede degli industriali è previsto un incontro fra le parti sulla gestione della cessata attività dell’azienda tessile, specializzata in tessuti indemagliabili per abbigliamento sportivo.

“L’annuncio della chiusura è stato davvero sorprendente, è arrivato in maniera imprevista” dice Ennio Cornelli della Filtea-Cgil di Bergamo, che insieme alla Femca-Cisl e alla Uilta-Uil, segue l’azienda.

“Solo un mese fa – continua il sindacalista – avevamo raggiunto un accordo per il ricorso alla cassa in deroga, dopo la fine del periodo di cassa integrazione straordinaria a metà maggio. Pensavamo di poter gestire la situazione con la cassa”.

Poi la doccia fredda. “Quella di chiudere è, per noi, una decisione sbagliata: occorre invece trovare la maniera di salvare un presidio industriale in un’area, quella di Zogno e in generale della Val Brembana, già in estrema difficoltà, forse anzi la più difficile situazione occupazionale della provincia. Ricordiamo che questo territorio ha già perduto la Freni Brembo e la Cartiera Cima, che si trovavano a San Giovanni Bianco, mentre la Manifattura Valle Brembana di Zogno da anni va avanti con metà dei lavoratori in cassa. Ora il caso Miti aggrava il panorama occupazionale”.

Carne: sconto del cinque per cento in 20 macellerie Ascom

Carne con sconto del 5 per cento: un'iniziativa a favore delle famiglie Sono venti le macellerie bergamasche che, per il momento, hanno aderito all’iniziativa “Gusta l’estate! 5% ...

La Coldiretti in piazza per difendere il latte bergamasco

Gran parte del latte che arriva in provincia viene dall'estero. La Coldiretti invita a comprare bergamasco CENTRO CITTA' -- La Coldiretti scende in piazza per difendere il latte bergamasco dall'assalto dei ...