iscrizionenewslettergif
Valseriana

Val di Scalve: un ticket per la raccolta dei funghi

Di Redazione9 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una cassetta di funghi porcini

Una cassetta di funghi porcini

SCHILPARIO — Scatta il ticket per la raccolta dei funghi su tutto il territorio della valle di Scalve. Ovvero, nei comuni di Azzone, Colere, Schilpario, e Vilminore.

Per avere il permesso di raccogliere le prelibatezze dei boschi è necessario pagare una quota giornaliera (di 6 euro), settimanale (20 euro per 7 giorni) oppure annuale (70 euro per tutti i giorni dell’anno). Il pagamento è da effettuare sul conto corrente postale n∞16135246 intestato alla Comunità montana di Scalve (Via Acerbis 2 – 24020 Vilminore di Scalve).

In alternativa si possono acquistare tessere in tutti i comuni, nelle Pro loco di Colere e Vilminore e all’Ufficio turistico di Schilpario.

Inoltre, il permesso potrà essere acquistato nei seguenti luoghi: Bar Piccolo Museo al Passo della Presolana; Cooperativa di consumo di Colere: bar Cimaverde di Colere: bar Posta di Dezzo; bar Fantasy di Barzesto; bar Centrale di Schilpario; ristorante Capriolo di Schilpario; bar Astoria di Vilminore di Scalve; bar G7 di Pezzolo; alimentari Meo di Teveno; bar Iole di Pianezza; bar Presolana di Vilmaggiore; bar Ol BarachÏ di Colere; Imperial bar di Vilminore; Cooperativa di Nona di Scalve.

Sono esenti dal pagamento del ticket i residenti dei comuni scalvini, i nativi, i minori di anni 10 (se residenti e nativi) e per tutte le persone diversamente abili.

Escursionista ferito salvato dal Soccorso alpino

L'elisoccorso del 118 SCHILPARIO -- Brutto incidente per un escursionista di Gussago, in provincia di Brescia. L'uomo, 56enne, ...

Songavazzo, rapina alle Poste: preso il bandito

rapinatore SONGAVAZZO -- Armato di pistola e con il volto coperto da un casco, si era ...