iscrizionenewslettergif
Editoriali Politica

Elezioni: se la Lega trionfa ci sarà un perché

Di Redazione8 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bossi e Berlusconi festeggiano

Bossi e Berlusconi festeggiano

E’ ancora presto per tracciare bilanci. Ma queste Europee una prima indicazione l’hanno già data. Ovvero: gli italiani si fidano di più, molto di più, della compagine di governo che dell’opposizione. Se poi veniamo in Bergamasca, apprezzano la Lega, vedono di buon occhio il Pdl, non sopportano il Partito democratico.

Limitiamoci per ora a guardare in casa nostra, in attesa che le urne provinciali e comunali confermino o smentiscano questa tendenza. Un dato salta subito all’occhio: la Lega in Bergamasca fa, di nuovo, il pieno di voti. Il consenso dei Bossi-boys cresce di un punto e mezzo percentuale rispetto alle cifre, già statosferiche, delle scorso anno e sfiora il 33 per cento. Come si spiega? Con un vento generale di centrodestra tendente a destra, che pare piacere anche ai bergamaschi. Gli analisti d’altronde concordano: quando c’Ë crisi, il voto tende a prendere collocazioni estreme. Assioma valido per il centrodestra a trazione leghista. Assolutamente falso invece per la sinistra, che anche stavolta finisce fuori, quasi relegata a reliquia del passato.

Ma da dove trae origine il vento in poppa alla barca dei lumbard? Da due fattori. Con il suo proverbiale intuito, Bossi ha imposto ai suoi due parole d’ordine per la campagna elettorale: sicurezza e federalismo fiscale. Cavalli di battaglia che, mai come in questo momento, si sposano con le esigenze della gente che vota. Le giustificazioni logiche (e talvolta cervellotiche) del centrosinistra sulla sicurezza “vera” o “percepita”, sono state letteralmente spazzate via. La gente comune, d’altronde, non ne può più di episodi di violenza, specie se legati agli immigrati. Gli italiani – e i bergamaschi – rivogliono le loro città. Pretendono la libertà di circolare nelle strade, la sera, senza rischiare la coltellata di qualche disperato in cerca di fortuna da noi.

Secondo: i bergamaschi sono stufi di vedere gran parte del loro stipendio finire in balzelli e gabelle che non portano a niente. Tasse che riducono il potere d’acquisto delle famiglie, annichiliscono le imprese, strangolano le une e le altre. Da qui, la richiesta di una drastica riforma fiscale, che permetta loro di riprendere fiato. La Lega, negli ultimi anni, ha governato in tanti piccoli comuni anche in Bergamasca. Ha preso iniziative discutibili, ma che a quanto pare piacciono ai bergamaschi perchË sono a favore dei bergamaschi. Il centrosinistra, invece, sembra vivere di ragionamenti generici e capziosi. Intellettualismi che mal si sposano con l’esigenza molto concreta di imprese e famiglie di avere – perdonate la brutalità – una “pagnotta in tavola” senza il rischio che te la rubino, gli uni o gli altri. O che addirittura ti “ammazzino” per averla.

Ora, stando così le cose, la partita in Provincia pare chiusa. Pirovano dovrebbe raccogliere quasi un plebiscito. Diversa invece la situazione in città. Nel capoluogo contano molto le categorie professionali ricche. Ovvero, avvocati, commercialisti, notabili e quelle élite intellettuali che trascinano un forte consenso. Il candidato sindaco di centrodestra e Lega, Franco Tentorio ha dalla sua la forza dei partiti e una certa credibilità personale. Al contrario, Bruni può contare sulla stima suscitata dalla sua persona, ma è penalizzato pesantemente da una coalizione – Pd, verdi, comunisti- che un bel po’ di bergamaschi digeriscono a fatica. Il sindaco uscente lo sa. E per questo va ripetendo all’infinito la “favola” della sua candidatura civica, slegata dai partiti. Se i bergamaschi gli avranno creduto lo vedremo nelle prossime ore.

Ottima affluenza alle urne in Bergamasca: +11% rispetto alla media nazionale

seggi2 BERGAMO -- Si conferma una più che buona affluenza alle urne in Bergamasca. Hanno votato ...

Elezioni: segui le provinciali in diretta

Il palazzo della Provincia BERGAMO -- Chiuse le urne, è il momento dello scrutinio. Bergamosera vi offre lo scrutinio ...