iscrizionenewslettergif
Bergamo

Clonavano carte di credito e le svuotavano al casinò: arrestati titolari di un bar del centro

Di Redazione4 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Con la geniale truffa hanno intascato 110mila euro

Con la geniale truffa hanno intascato 110mila euro

CENTRO CITTA’ — Il loro mestiere principale era gestire una gelateria della città. Ma per “arrotondare”, clonavano carte di credito e ripulivano i conti degli ignari possessori giocando al casinò di Campione d’Italia.

I Carabinieri hanno arrestato tre persone, mentre due donne risultato denunciate. La “banda” dei cinque è originaria di Bariano ma gestiva un bar del centro città.

Le mente del gruppo era un 39 enne considerato un mago del computer. E’ lui che, attraverso sofisticati congegni informatici riusciva ad ottenere le coordinate bancarie delle carte di credito di ignari clienti americani.

Poi, trasferiva i codici su carte prepagate delle Poste e, con altri due componenti del gruppo – uno di 50 anni, l’altro di 41, – si recava al casinò municipale. Qui acquistavano delle fiches e poi, senza giocare, ler riconvertivano in soldi contanti.

Gli è andata bene per tre anni. In questo lasso di tempo i tre bergamaschi hanno intascato illegalmente circa 110mila euro, attraverso piccoli prelievi che non superavano mai i 500 euro a serata.

Ma stavolta i carabinieri di Campione li hanno intercettati, dopo aver sgominato una banda che svuotava carte di credito rubate in beauty-center di Milano e della Toscana. E tramite accertamenti con Carta Sì e le autorità americane, sono riusciti a incastrare il gruppo.

La Regione dà il via libera la Piano case: aumenti di volumetria fino al 30 per cento

Il piano prevede l'aumento delle volumetrie esistenti BERGAMO -- Alla fine il via libera al Piano case è arrivato. La Giunta regionale ha ...

Tenta violenza e rapina a prostituta: arrestato venezuelano

Una prostituta REDONA -- Ha abbordato una prostituta in via Gemelli, zona Redona, ha tentato di violentarla ...