iscrizionenewslettergif
Isola

Lite degenera: automobilista tenta omicidio con un’accetta

Di Redazione2 giugno 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'intervento dei Carabinieri è stato, ancora una volta, provvidenziale

L'intervento dei Carabinieri è stato, ancora una volta, provvidenziale

BREMBATE SOTTO — Ha cercato di uccidere il rivale con un’accetta, al termine di una lite per un incidente automobilistico. Protagonisti dell’assurda vicenda due cittadini italiani di origini marocchine che questa mattina si sono scontrati con le rispettive auto in piazza Trento, a Brembate. La lite scaturita è presto degenerato e solo il repentino intervento dei Carabinieri della stazione locale ha evitato il peggio.

Che il nostro paese stesse diventando sempre più violento lo sapevamo. Ma quanto accaduto a Brembate sfiora l’inimmaginabile. Erano circa le 7.30 di questa mattina quando i due – un muratore di 38 anni residente a Suisio e un operaio di 27 di Bottanucco, che non si conoscevano – erano alla guida dei rispettivi veicoli e hanno rischiato di urtarsi. Prima si sono mandati a quel paese. Poi, dalle parole sempre più pesanti si è passati ai fatti. I due hanno iniziato a urtarsi reciprocamente con le auto, danneggiandole. Poi sono scesi e si sono affrontati. Il muratore ha estratto un’accetta dal bagagliaio, iniziando a colpire l’operaio.

Fortuna ha voluto che in quel momento passasse una gazzella dei Carabinieri. Due militari sono scesi e, pistole in pungo, hanno intimato all’aggressore di fermarsi, proprio mentre questi stava per sferrare un nuovo colpo d’ascia al fianco sinistro del rivale steso a terra.

Il muratore ha gettato a terra l’accetta, poi è stato immobilizzato e arrestato. L’operaio invece è stato trasferito alla clinica San Marco di Osio Sotto. I medici gli hanno riscontrato ematomi e abrasioni multiple. Le sue condizioni comunque non sono gravi: ne avrà per 7 giorni. Nel frattempo i Carabinieri hanno trasferito l’aggressore in carcere. Dovrà rispondere di tentato omicidio con l’aggravante dei futili motivi.

Crolla albero ai giardini pubblici: bimba salva per miracolo

La basilica di Santa Giulia, a Bonate Sotto, dove andremo ad accendere un cero BONATE SOTTO -- All'improvviso un rumore sinistro, poi una parte di quell'albero secolare che stava ...

Pensionato di Ponte muore investito da un’auto

Nonostante l'intervento del 118, il pensionato è morto due giorni dopo in ospedale PONTE SAN PIETRO -- Non ce l'ha fatta il pensionato di 69 anni che martedì ...