iscrizionenewslettergif
Bergamo

Boliviano clandestino tenta di sposare bergamasca: espulso

Di Redazione31 maggio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un'auto della Polizia di Stato

Un'auto della Polizia di Stato

CENTRO CITTA’ — Aveva cercato di farla franca. Un boliviano di 29 anni, clandestino, aveva in programma le nozze con una bergamasca di 66 anni. Ma al suo arrivo a Palazzo Frizzoni, per convolare a nozze con rito civile, ha trovato la polizia.

Quella pubblicazione di nozze, alla polizia municipale era sembrata quantomeno strana, non fosse altro per la differenza d’età e nazionalità fra i due sposi. Da qui l’avviso alla Polizia di Stato che ha fatto alcuni controlli e ha trovato che lo sposo era clandestino.

E non solo. Su di lui pendeva già un decreto di espulsione emesso a gennaio, mentre ad aprile era stato arrestato per violazione della legge Bossi-Fini. Inoltre era stato fermato anche per guida in stato di ebbrezza e per di più senza patente.

Così, invece della promessa sposa probabilmente avvisata in anticipo della situazione, al suo arrivo in municipio ha trovato gli agenti della polizia. Il boliviano è stato portato in questura per accertamenti. Lo attende un decreto di espulsione dall’Italia.

Scontro in via dei Torni: muore motociclista di Ponte

Via dei Torni, l'accesso più veloce a Città Alta da Ponte San Pietro CITTA' ALTA -- Il violentissimo impatto con una vettura nella stretta via dei Torni, in ...

Rissa fra marocchini alla stazione: 4 denunciati

Serata movimentata (come sempre) per i Carabinieri CENTRO CITTA' -- Ennesima rissa fra extracomunitari in piazzale Marconi, pieno centro città. Stavolta al ...