iscrizionenewslettergif
Valseriana

Torna l’incubo delle rapine in villa: assaltata famiglia di Nese

Di Redazione8 maggio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le indagini dei Carabinieri

Le indagini dei Carabinieri

ALZANO LOMBARDO — Una rapina che poteva finire in tragedia se solo quel colpo esploso da uno dei quattro banditi penetrati in una villa di Nese, frazione di Alzano Lombardo, non avesse colpito di striscio ma un centimetro più in là il 23 enne figlio del proprietario dell’abitazione.

Torna il terrore delle rapine in villa anche in Bergamasca. Ieri notte la famiglia di un imprenditore nel settore dei liquori si è vista piombare in casa quattro malviventi incappucciati e armati di pistola.

Non è la prima volta che la Villa Ladarcea finisce nel mirino dei malviventi, anche di recente. Ma mai si erano spinti a tanto. Erano circa le 10 della sera, al numero 15 di via Gustinelli, quando i banditi hanno fermato il 23enne e, pistola puntata, lo hanno costretto ad aprire la casa. In quel momento nell’abitazione c’erano il padre Bruno Scarpellini di 59 anni, un fratello e la nonna settantenne.

I rapinatori hanno cercato di imbavagliare i quattro. Ne è nata una colluttazione e un malvivente a sparato in direzione del giovane che, per fortuna, è stato ferito solo di striscio. Ne avrà per 10 giorni.

Nel frattempo i banditi hanno rubato 50 orologi d’oro del valore di 200mila euro, 10mila euro in contanti e poi si sono dati alla fuga con due auto della famiglia: un Audi A8 e una Volskwagen Golf.Le vetture sono state abbandonate poi nei campi di Calcinate.

Intanto i componenti della famiglia si sono liberati e hanno dato l’allarme. Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri di Alzano e di Bergamo che hanno avviato le indagini sui fuggiaschi.

Monte Pora: colpo di Pasqua dei “soliti ignoti”

Affollamento al Pora per le vacanze sugli sci (foto www.caimelzo.it) CLUSONE -- Colpo grosso dei "soliti ignoti" nella notte fra lunedì e martedì al Monte ...

Va in cerca d’asparagi e muore per un malore

Le costruzioni al Colle Vareno BRATTO -- E' finita così, fra le montagne che amava tanto, la vita di un ...