iscrizionenewslettergif
Bergamo

Scatta il sit-in di protesta davanti al Daragi

Di Redazione14 aprile 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il sit-in di protesta davanti al Daragi

Il sit-in di protesta davanti al Daragi

SANTA CATERINA — Complice la rete internet e il tam tam dei social network, la questione del Daragi, il locale di viale Giulio Cesare chiuso per troppo rumore dal Tribunale di Bergamo, sta diventando un caso.

La settimana scorsa la magistratura bergamasca, nella fattispecie il Tribunale del riesame, ha decretato la chiusura del locale ritenuto reo di “disturbo della quiete pubblica”. La denuncia era stata presentata da alcuni vicini disturbati, a loro dire, da schiamazzi e musica ad alto volume.

Decine e decine di giovani la sera frequentavano il “suk dei sette sensi” che ha anche tavolini all’aperto prospicienti il viale dello stadio. Nel pub si tenevano feste, eventi speciali e anche concerti delle band emergenti bergamasche.

Tutto è finito il 10 aprile scorso con il provvedimento di chiusura immediata decretato dal Tribunale. Ovviamente la titolare del locale Daria Mazzoleni ha presentato ricorso, convinta di non aver arrecato alcun danno e di aver messo in campo tutti i provvedimenti necessari per limitare schiamazzi e rumori.

Secondo quanto dichiarato ad alcuni organi di stampa, la donna sarebbe pronta anche allo sciopero della fame. Nel frattempo, alcune delle tredici persone che lavoravano al Daragi – e che ora sono letteralmente “per la strada” – hanno inscenato un sit-in di protesta davanti al locale.

Clandestino urina sul piazzale della stazione: espulso

Il deposito delle biciclette alla stazione CENTRO CITTA' -- Aveva scambiato il piazzale delle biciclette della stazione ferroviaria come bagno personale ...

Minorenni rapinano coetaneo nel sottopasso della stazione

Il sottopasso della stazione ferroviaria controllato da telecamere CENTRO CITTA' -- Un agguato del genere nella nostra città non si era mai visto. ...