iscrizionenewslettergif
Tecnologia

Allarme internet: crimini informatici in crescita

Di Redazione13 aprile 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I crimini informatici, soprattutto frodi, sono in netto aumento

I crimini informatici, soprattutto frodi, sono in netto aumento

L’unica cosa che, in questi mesi di crisi economica, non sembra conoscere diminuzione è il cosiddetto cyber-crimine, ovvero quella serie di reati informatici, di varia natura, che minacciano costantemente la rete e i dati delle persone che la frequentano. E’ quanto emerso dal recente rapporto reso pubblico dalla Symantec, multinazionale che produce sistemi per la sicurezza dei dati informatici.

Ebbene, stando allo studio, nel 2008 la diffusione in internet di codici pericolosi (software nocivi come virus, worm, cavalli di Troia e simili) è cresciuta, su scala planetaria, del 265 per cento rispetto all’anno precedente. Con una particolarità. Mentre una volta lo scopo “romantico” degli hacker era sfidare e penetrare sistemi apparentemente invulnerabili, oggi i pirati informatici si aggirano sul Web con un obiettivo molto pi˘ becero: fare soldi in maniera illegale.

Nel mirino ci sono dunque dati sensibili come numeri di carte di credito e informazioni bancarie. Non è un caso che le pratiche di phishing letteralmente “pesca”, del boccalone – siano in enorme crescita. La tecnica Ë sempre la stessa: l’utente riceve una finta e-mail inviata dalla banca che chiede di fornire dati personali, dopo aver dirottato l’utente inconsapevole su un sito illegale. Secondo l’Internet Security Threat Report sono stati oltre 55 mila i computer scoperti che ospitavano siti utilizzati per il phishing. Il 66 per cento in più rispetto al 2007.

Poi c’è la questione degli spam, i fastidiosissimi messaggi che appaiono sullo schermo senza che ne abbiate fatto richiesta e non se ne vanno più. Ebbene, lo scorso anno le attività di spam sono praticamente raddoppiate: dai 119,6 miliardi di messaggi del 2007 ai 349,6 miliardi del 2008.

Il settore maggiormente colpito, manco a dirlo, è quello dei servizi finanziari (76 per cento degli attacchi rilevati). E in rete, dicono i bene informati, esiste persino un “mercato nero” dei dati sensibili, soprattutto dei codici delle carte di credito che sono acquistabili a poco prezzo dai pirati di tutto il mondo. I codici provenienti da paesi europei, asiatici e mediorientali costano di più perché difficili da reperire. Quelli americani costano meno, per l’abitudine degli statunitensi all’uso delle carte online.

Se poi oltre ai codici ci sono anche altri dati – codici di sicurezza del retro delle carte, numeri di telefono e identificativi PIN – ecco che il costo dei dati aumenta. Salvo sconti per i clienti speciali.

I gruppi di criminali su web sono ben organizzati. Agiscono come vere e proprie aziende, acquistano carte con bande magnetiche, imprimono i codici sottratti illegalmente e il gioco è fatto. Gli Stati Uniti sono la patria del cybercrimine. Da qui è arrivato il 25 per cento degli attacchi informatici avvenuti nel 2008. E qui ci sono circa la metà dei computer che effettuano attività di phishing.

Le attività criminali in rete d’altronde crescono con il crescere di internet. Si spiega così, con lo sviluppo di infrastrutture internet, il boom di attività informatiche illegali registrato in Brasile (salito dall’ottavo al quinto posto della classifica), Turchia (dal quindicesimo al nono) e Polonia (dal dodicesimo al decimo).

Quanto all’Italia, siamo al quarto posto nell’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) per la produzione di virus e quant’altro, al quinto per attacchi informatici e al terzo per numero di computer “infettati”, ossia computer nei quali i cybercriminali si sono insinuati per assumerne il controllo e usarli come “ponte” per lanciare attacchi informatici di vario tipo.

Internet col cellulare: occhio ai salassi

Attenzione all'utilizzo dei cellulari in internet Navigare in Internet col cellulare, magari un i-phone nuovo di zecca o uno smartphone d'ultima ...

Telefonate gratis dai cellulari: con voip si può

Il futuro delle telefonate cellulari passa da internet Aria di rivoluzione nelle telefonia cellulare. Telefonare costerà zero o poco più attraverso internet. La ...