iscrizionenewslettergif
Politica

E’ Saffioti il coordinatore bergamasco del Pdl

Di Redazione9 aprile 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il forzista Carlo Saffioti, neo coordinatore provinciale del Pdl

Il forzista Carlo Saffioti, neo coordinatore provinciale del Pdl

BERGAMO — Spartizione delle cariche, nella più classica tradizione della politica italiana. Sarà il forzista Carlo Saffioti il coordinatore provinciale del neonato Pdl (Popolo della libertà di Bergamo). Al suo fianco, come vice, il presidente provinciale di Alleanza Nazionale Pietro Macconi.

E’ stata una scelta tesa ad evitare fibrillazioni a poche settimane dall’avvio della campagna elettorale quella dei vertici regionali e nazionali del partito di Berlusconi e soci.

Due i criteri guida che hanno portato a queste scelte. In primis i rapporti di forza, con gli azzurri in vantaggio sulla destra per 70 a 30. Il secondo, un coordinatore di un partito e il vice dell’altro.

Programma rispettato. A lasciarci le penne nella manovra per l’ascesa al trono locale, è stato però l’ex segretario provinciale di Forza Italia Marco Pagnoncelli, già assessore regionale e ora sottosegretario di Formigoni.

Che Pagnoncelli non fosse più in grande spolvero lo si era capito già al congresso per la formazione del Pdl in Bergamasca. In quell’occasione era stato Saffioti a presentare per primo Tentorio come candidato sindaco di Bergamo. In realtà l’ufficializzazione sarebbe dovuta spettare al segretario provinciale.

Ora, la sconfessione del potente Pagnoncelli- che allo scorso Congresso provinciale di Forza Italia aveva sconfitto gli avversari, compreso Saffioti, con percentuali bulgare – non potrà non avere conseguenze all’interno di un partito in cui le correnti hanno un’estrema volatilità.

E’ evidente che la candidatura di Tentorio porta la sponsorizzazione di Saffioti. Ed è altrettanto evidente che, in caso di sconfitta, all’interno dell’ala forzista si andrà alla resa dei conti.

Il pericolo più consistente per il candidato del centrodestra è la possibile saldatura fra l’ala contestatrice di Forza Italia con altre formazioni centriste, financo quella socialista di Bruni. Il che, per Tentorio significherebbe la perdita di uno degli elementi di spinta che avrebbero dovuto sostenere la sua corsa.

La Lega corre da sola a Seriate

L'attuale sindaco di Seriate Silvana Saita SERIATE -- La Lega tira dritta, almeno a Seriate. Nel regno finora incontrastato di Silvana ...

Provincia: il Partito democratico candida Cornolti

Bandiere al vento, il Pd ci riprova BERGAMO -- Sarà Francesco Cornolti, capogruppo dei Democratici in via Tasso, il candidato presidente del ...