iscrizionenewslettergif
Politica

A Roma in 147 per mettere una firma

Di Redazione12 marzo 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una splendida serata romana

Una splendida serata romana

BERGAMO — Per dare il via al progetto definitivo della Brebemi manca solo la firma. Già, ma non una, bensì quella di ben 147 rappresentati dei Comuni e degli enti coinvolti nel progetto, 140 dei quali risiedono in Lombardia.

Peccato che le firme debbano essere apposte al Ministero delle infrastrutture che si trova 700 chilometri più a sud a Roma. Per cui è presumibile che gli amministratori lombardi migrino in carovana verso la città eterna. Eterna anche nelle abitudini. Sì perchè questa migrazione ricorda, anzi supera, quelle celebri come il “codazzo” di Craxi in Cina.

Ma immaginate cosa possa costare una simile trasferta: 147 funzionari che vanno a Roma, mangiano, bevono e magari dormono, tutto ovviamente a carico del contribuente? E così l’assessore alle Infrastrutture della Provincia di Bergamo Felice Sonzogni ha inviato una lettera di protesta al ministro Matteoli e al sottosegretario Roberto Castelli e, per conoscenza, al presidente della Regione Formigoni. E alla fine è prevalso il buonsenso. La riunione si farà a Milano. L’auspicio, però, è che si eviti la trasferta si scelga una sede lombarda molto ampia. Magari prevedendo un bel po’ di biro e qualche brandina. Visto che, presumibilmente, con 147 firme moltiplicate svariati faldoni probabilmente faranno notte…

Ufficiale: Tentorio candidato sindaco del Centrodestra

Il candidato sindaco del Popolo della Libertà Franco Tentorio BERGAMO -- L'annuncio ufficiale, dopo mesi di tira e molla, è arrivato dal suo concorrente ...

E il ministro Calderoli cancella il Sestriere

Il ministro della Semplificazione Roberto Calderoli BERGAMO -- Taglia, taglia, ha fatto sparire anche il paradiso invernale degli Agnelli. Che non ...