iscrizionenewslettergif
Valbrembana Valseriana

Nuova nevicata: Foppolo ancora isolata

Di Redazione4 marzo 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nuove abbondante nevicate nelle valli bergamasche

Nuove abbondante nevicate nelle valli bergamasche

FOPPOLO — Situazione di nuovo critica nelle valli bergamasche. La pioggia battente, la neve e il pericolo valanghe stanno mettendo a rischio la circolazione. Ieri sera alle 21 è stata chiusa al traffico l’unica strada d’accesso a Foppolo. Il centro turistico della Valbrembana dunque è di nuovo isolato. Mentre a Ludigno, frazione di Ardesio, ieri pomeriggio è scattata una nuova evacuazione.

Dopo la piccola slavina in località Sponda, che aveva provocato la chiusura temporanea della provinciale per Foppolo, i guai ora arrivano da Valleve. Qui i tecnici della provincia temeno nuovo distacchi. In particolare, preoccupano gli accumuli di neve rimasti nella valle del Pegherolo, di fronte alla chiesa del paese, a cui si è aggiunta la nevicata di ieri e che sta continuando questa mattina.

Per evitare il peggio, la strada che attraversa la valle è stata chiusa. Foppolo e San Simone, dunque, sono irraggiungibili. Nevica anche nelle zone vicine: a Oltre il Colle, da Valtorta in su, in alta Val Taleggio. La strada comunale di Branzi è stata chiusa in via precauzionale. Mentre si attende una decisione sulla sorte delle 20 persone che dovrebbero essere evacuate dalla frazione Trabucchello di Isola di Fondra.

Evacuazione già effettuata invece per i 14 residenti di Ludrigno di Ardesio. Per loro si tratta della seconda volta fuori casa dopo quella del 6 febbraio scorso, sempre per il rischio valanghe. La zona sotto monitoraggio si trova sul fronte del Monte Secco. La strada per l’alta valle è stata chiusa. Le auto sono deviate sulla strada Cunella, sull’altra sponda del fiume.

Nelle ultime ore però l’emergenza si è spostata a in Alta Valseriana. A Valbondione, ci sono forti timori per la strada 49, all’altezza della della Valle di Foga. La carreggiata per ora resta aperta ma sotto stretto monitoraggio da parte dei tecnici della provincia. Mentre sono attese decisioni da parte del sindaco Benvenuto Morandi per lo sgombero di alcuni abitanti della frazione Fiumenero.

Intanto gli impianti della zona sono fermi a causa del maltempo. La neve sta cadendo copiosa oltre i mille metri. A quota duemila ne è scesa quasi un metro. Neve pesante che va ad aggiungersi a quella precedente ma non si amalgama. Il pericolo del distacco di valanghe, dunque, aumenta.

E intanto la sovrabbondanza di neve ha provocato il cedimento del tetto del museo minerario di Schilpario. Per fortuna non ci sono stati feriti.

Ancora una slavina: Foppolo di nuovo isolata

Una valanga (immagine di repertorio) FOPPOLO -- E' bastata una piccola slavina staccatasi in località Sponda la notte scorsa per ...

Valleve: la valanga resiste alle bombe

valleve FOPPOLO -- Nonostante la situazione sia migliorata, nelle valli bergamasche ci sono ancora situazioni critiche, ...