iscrizionenewslettergif
Bergamo

Polveri sottili tre volte sopra il limite: aria avvelenata in città e provincia

Di Redazione26 febbraio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
bergamosmog

Le centraline dicono che l'aria in Bergamasca è irrespirabile

CENTRO CITTA’ — Polveri sottili alle stelle in città e provincia. L’alta pressione che staziona sulla Bergamasca sta mandando fuori controllo il tasso d’inquinamento atmosferico sulla nostra provincia. In gran parte del territorio urbano le polveri sottili sono ben oltre la soglia di guardia dei 50 microgrammi per metrocubo.

Secondo le rilevazioni di martedì delle centraline Arpa, l’aria in città è addirittura fetida. La centralina di via Meucci segna 155 di PM10, tre volte il limite consentito. Ancora più alta quella di via Garibaldi (160) con un trend in continua crescita dall’inizio della settimana.

Pessima anche l’aria in provincia, dove si registrano progressivi incrementi che hanno portato Filago a 126 microgrammi per metrocubo, Lallio a 93, Osio Sotto a 118 (lunedì era 100), Calusco a 133 e Treviglio addirittura a 152.

La qualità dell’arria è destinata a peggiorare nei prossimi giorni, anche in virtù del fatto che non sono previste piogge nel breve periodo. Qualcosa potrà cambiare solo a partire dalla settimana prossima con l’arrivo di una nuova ondata di freddo.

La Regione Lombardia ha richiamato i sindaci a far rispettare il divieto di circolazioni per gli autoveicoli più inquinanti e le norme sull’uso del riscaldamento domestico.

Ladri cileni forzano posto di blocco dei Carabinieri: un arresto

carabinieri VILLAGGIO DEGLI SPOSI -- I Carabinieri erano già sulle loro tracce. Quella Opel Corsa su ...

Il vento spazza via l’inquinamento

Emissioni dai gas di scarico di una macchina CENTRO CITTA' -- Ci ha pensato Madre Natura a risolvere i guai dell'inquinamento di questi ...