iscrizionenewslettergif
Salute

Mali da consolle: i pericoli del “colpo a vuoto”

Di Redazione2 febbraio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
wiitennis_533a

Il gioco del tennis su una consolle

BERGAMO — Appassionati dei videogames, attenzione. Il “colpo a vuoto” tipico dei videogiochi sportivi di ultima genarazione potrebbe essere rischioso per muscoli e apparato scheletrico. L’allarme arriva da medici e fisioterapisti. 

Sono sempre più i giovani che invece di recarsi, per esempio, sul campo da tennis preferiscono praticare lo sport in maniera virtuale, davanti al video del televisore. Bastano una consolle di ultima generazione, un comando che simuli la racchetta e il gioco è fatto. 
 
Il problema è che giocare in maniera virtuale richiede al corpo movimenti del tutto inconsueti, in cui mancano le premesse tecnico-strutturali sulle quali nascono gli sport reali. Pertanto, avvertono gli esperti, effettuare lunghe partite davanti al video può provocare risentimenti alla colonna vertebrale, per chi sottovaluta l’impegno muscolare del gesto atletico compiuto davanti alla consolle.

Individuate le aree della supermemoria

j0385807 BERGAMO -- La storia di Jill Price, la donna californiana di 43 che ricordava ongi ...

Mappate le alterazioni genetiche che portano all’infarto

dna04 BERGAMO -- Grande passo avanti nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. L'equipé di scienziati del Massachusetts ...