iscrizionenewslettergif
Economia

La Telecom aumenta il canone, i consumatori protestano

Di Redazione2 febbraio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
ITALY TELECOM ITALIA

Gli impianti milanesi da cui trasmette la Telecom

BERGAMO — E te pareva. Con un eccezionale tempismo, in un periodo in cui la crisi economica fa sentire tutto il suo peso sulle famiglie, Telecom Italia decide di aumentare il canone. Dal 1 febbraio, tutti gli abbonati residenziali (escluse le linee d’affari, volevi vedere) pagheranno un euro e mezzo in più al mese.

Il nuovo costo del canone è di 16,08 euro, Iva inclusa. La decisione ha fatto arrabbiare le associazioni dei consumatori che annunciano il ricorso al Tar per bloccare l’aumento. Un aumento che, sostengono, è ingiustificato sia perché la Telecom non sta affrontando nuovi costi e tantomeno perché sta migliorando il servizio.

Dall’azienda si difendono dicendo che si tratta del primo aumento dal luglio 2002. E che le tariffe agevolate, per i nuclei familiari con condizioni di reddito basse, restano valide. Così come resta invariato il canone precedente (14,57 euro al mese) per i titolari della “social card” che ne faranno richiesta.

La beffa delle 600 social card vuote

social_card_r375_26nov08Delle 2800 carte distribuite, 600 sono risultate senza credito per uno stop imposto dall'Inps. ...

L’Istat dice che i salari sono cresciuti. Ma su che pianeta?

monopoliSecondo l'Istituto nazionale di statistica i salari sono aumentati del 4 per cento rispetto allo ...