iscrizionenewslettergif
Economia

La Telecom aumenta il canone, i consumatori protestano

Di Redazione2 febbraio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
ITALY TELECOM ITALIA

Gli impianti milanesi da cui trasmette la Telecom

BERGAMO — E te pareva. Con un eccezionale tempismo, in un periodo in cui la crisi economica fa sentire tutto il suo peso sulle famiglie, Telecom Italia decide di aumentare il canone. Dal 1 febbraio, tutti gli abbonati residenziali (escluse le linee d’affari, volevi vedere) pagheranno un euro e mezzo in più al mese.

Il nuovo costo del canone è di 16,08 euro, Iva inclusa. La decisione ha fatto arrabbiare le associazioni dei consumatori che annunciano il ricorso al Tar per bloccare l’aumento. Un aumento che, sostengono, è ingiustificato sia perché la Telecom non sta affrontando nuovi costi e tantomeno perché sta migliorando il servizio.

Dall’azienda si difendono dicendo che si tratta del primo aumento dal luglio 2002. E che le tariffe agevolate, per i nuclei familiari con condizioni di reddito basse, restano valide. Così come resta invariato il canone precedente (14,57 euro al mese) per i titolari della “social card” che ne faranno richiesta.

La beffa delle 600 social card vuote

Delle 2800 carte distribuite, 600 sono risultate senza credito per uno stop imposto dall'Inps. ...

L’Istat dice che i salari sono cresciuti. Ma su che pianeta?

Secondo l'Istituto nazionale di statistica i salari sono aumentati del 4 per cento rispetto allo ...