iscrizionenewslettergif
Salute

Nuova risonanza magnetica per evitare il rischio ictus

Di Redazione27 gennaio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
mgfp_neuron2

Una rete di neuroni

BERGAMO — La tecnologia aiuta, e molto, l’ambito della medicina. Da qualche giorno, all’ospedale Niguarda e all’Istituto neurologico Besta di Milano è in funzione una nuova macchina per la risonanza magnetica per la prevenzione degli ictus.

L’ictus (dal latino “colpo”) è un evento vascolare acuto caratterizzato da un improprio afflusso di sangue a una regione dell’encefalo. L’evento solitamente è dovuto all’occlusione, alla rottura o allo spasmo di un vaso cerebrale. I danni la paziente in genere sono molto seri.

Per prevedere la possibilità di un ictus e bloccarlo in tempo, ora c’è questo nuovo apparecchio. Si chiama Mri-Nova. Tecnicamente è in grado di fare un’angiografia quantitativa senza bisogno di introdurre un catetere nelle arterie interessate. E soprattutto consente di calcolare la percentuali di rischio nei pazienti in cui potrebbe insorgere il pericoloso evento.

I farmaci per bimbi iperattivi possono causare danni

hallucination2 BERGAMO -- Mamme attenzione: i farmaci per controllare il disturbo da iperattività e deficit di ...

Prodigioso antiemorragico ferma tutte le perdite di sangue

390 BERGAMO -- L'hanno ribattezzato "la scoperta del secolo". Da quanto trapelato, si tratterebbe di un ...