iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bergamo

Parcheggio Fara: nuovo crollo e niente dati geologici per i residenti

Di Redazione21 gennaio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
frana

Il muro di contenimento fatto a pezzi dalla frana

CITTA’ ALTA — Non è bastata la visita di Sgarbi per bloccare la frana che minaccia le case accanto al parcheggio sottorraneo in costruzione sotto l’ex parco faunistico della Rocca. Nel pomeriggio di ieri i residenti hanno visto e sentito alcuni massi staccarsi dalla cima dello scavo.

La pioggia che è caduta copiosa in questi giorni rischia di peggiorare una situazione di per sé già precaria. Insomma, lo smottamento, che nelle settimane scorse aveva fatto letteralmente a pezzi una parete di contenimento in cemento da far invidia al Muro di Berlino, fa ancora paura. E non bastano le rassicurazioni dei tecnici del Comune. Anche perché da qualche giorno i residenti di via delle Mura non possono più accedere ai dati geologici che Palazzo Frizzoni aveva promesso di far vedere loro per tranquillizzarli. 

Il geologo assoldato dai residenti per tenere sotto controllo questi dati attraverso un sito internet non riesce più ad accedervi dall’Epifania, denunciano. Oltre dieci giorni di terrore dunque per gli abitanti di questa zona che convivono con una frana sulla testa. I residenti hanno chiesto spiegazioni sull’inaccessibilità del sito all’amministrazione comunale. Hanno mandato messaggi e fax, ma finora nessuna risposta. 

Intanto è stata fissata per il 27 gennaio prossimo la prima udienza del Consiglio di Stato che analizzerà il ricorso presentato dai residenti contro l’invadente opera.

Buco da 4 milioni nelle casse di Palafrizzoni

palafrizzoni1 CENTRO CITTA' -- Sarà colpa dell'Ici (ma lo vadano a dire ai cittadini che ancora ...

L’aria (fetida) di Bergamo riduce la vita

filtro1sitoUna ricerca americana lancia l'allarme: le polveri sottili, altamente inquinanti, riducono drasticamente la longevità delle ...