iscrizionenewslettergif
Salute

Attenzione al Vicks Vaporub nei bimbi piccoli

Di Redazione15 gennaio 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un furetto guarda preoccupato la confezione del Vicks Vaporub

Un furetto guarda preoccupato la confezione del Vicks Vaporub

BERGAMO — Mamme attenzione. Il Vicks VapoRub, celebre unguento usato per liberare le vie respiratorie, potrebbe essere dannoso per neonati e bimbi piccoli. Lo sostiene una ricerca pubblicata in questi giorni dalla rivista Chest dell’American College of Chest Physicians.

Lo studio mette in risalto gli effetti di alcuni componenti del preparato. Cosa peraltro sottolineata anche dal foglietto illustrativo del prodotto, che indica tre situazioni controindicate: ipersensibilità a mentolo, canfora, eucaliptolo, trementina essenza; bambini di età inferiore a 2 anni con predisposizione a laringospasmo e convulsioni; primo trimestre di gravidanza.

«Gli ingredienti del preparato – sostiene Bruce K. Rubin della University School of Medicine di Winston Salem, negli Usa – possono essere irritanti e stimolano l’organismo a produrre più muco per proteggere le vie aeree. Nei neonati e nei bambini piccoli il calibro dei bronchi è più stretto rispetto a quello degli adulti e un eccesso di muco può ridurlo ancora di più».

Rubin lo ha toccato con mano. Una bambina di 18 mesi è in cura da lui dopo aver sviluppato una grave crisi respiratoria: aveva messo un po’ di unguento sotto il naso. Un gruppo di ricercatori ha poi testato il prodotto su alcuni furetti, animali dalle caratteristiche respiratorie simili all’uomo.

Gli scienziati hanno valutato l’effetto del Vicks sulla secrezione di muco e sull’accumulo di fluidi nei polmoni, sia in furetti sani sia in alcuni con un’infiammazione della trachea. Ebbene, in vitro, le cellule dell’epitelio respiratorio esposte al Vicks aumentavano la secrezione di muco del 59 per cento. Mentre in vivo, la secrezione di muco negli animali aumentava del 14 per cento quando le vie aeree erano normali e dell’8 quando c’era infiammazione.

Insomma, non mettete il Vicks sotto il naso se siete adulti. A maggior ragione non usatelo nei bimbi sotto i due anni. Queste le raccomandazioni degli studiosi. Al contrario, per liberare il naso gli esperti della Wake Forest consigliano rimedi più naturali. Come una soluzione salina (acqua salata) spruzzata con una pompetta. Oppure bevande calde e brodo di pollo.

Bimba nasce due giorni dopo la morte della mamma

Una sala parto LONDRA, Gran Bretagna -- La storia è di quelle struggenti, a metà strada fra il ...

Diabete: in arrivo il chewing gum all’insulina

Un'iniezione di insulinaBERGAMO -- Potrebbe essere una grande innovazione per i molti malati di diabete. Un chimico ...