iscrizionenewslettergif
Sport

L’Atalanta domina, il Milan vince

Di Redazione29 ottobre 2008 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una fase di Atalanta-Milan

Una fase della partita

BERGAMO — Per un tempo almeno i rossoneri l’han vista davvero brutta. L’Atalanta ha letteralmente dominato i primi 45 minuti della partita di domenica al Comunale con il Milan. Per tutta la prima frazione di gara i nerazzurri, tambur battente, hanno schiacciato i più blasonati avversari nella loro metà campo. Poi, nel secondo tempo, si è rivisto il Milan che, al 34esimo, è andato in gol con Kakà e ha vinto la partita.

Il primo tempo della Atalanta è stato arrembante. Tre almeno le nitide occasioni da goal che i nerazzurri non hanno saputo sfruttare. La squadra di Del Neri ha imposto fin dall’inizio un ritmo forsennato, nel tentativo di chiudere la prima frazione in vantaggio e costringere il Milan ad attaccare – esponendosi al contropiede – nella seconda parte della gara.

Purtroppo così non è stato. Il goal nerazzurro non è arrivato, nonostante il Milan sia stato ubriacato dalla velocità dei nerazzurri, tanto da ricorrere al fallo sistematico per bloccare le iniziative di Floccari e soci.

Certo il pubblico del Comunale (24mila paganti e record d’incassi) si è divertito. La squadra di Ancelotti parte sottotono e subisce, ma la porta rossonera resterà inviolata portando così il record di Abbiati a 391 minuti. Il primo tentativo nerazzurro alla roccaforte rossonera dopo due minuti. Doni innesca Ferreira Pinto, lancio lungo sulla sinistra per Padoin che rimette al centro per il colpo di testa del capitano, parato prontamente da Abbiati.

L’avvolgente manovra atalantina fa venire il mal di pancia a Maldini e compagni. Fra il 31esimo e la fine del primo tempo i nerazzurri sfiorano più volte il goal con Guarente e Floccari. Poi l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per un the.

Nel secondo tempo, l’azione atalantina non è più così lucida. Il Milan riprende fiato e ritrova il suo gioco. Pato rileva un Ronladhino un po’ spento e i rossoneri guadagnano in freschezza e velocità. Tanto che la 34esimo arriva il goal partita. Assist di Borriello per Kakà al centro dell’area, con il brasiliano che a pochi passi dalla porta mette la sfera alle spalle dell’incolpevole Coppola.

L’Atalanta prova a reagire, ma ormai e troppo stanca. Resta solo un tiro del neoentrato Cerci parato da Abbiati. E il Milan passa a Bergamo.

Atalanta battuta a Torino

I granata assediano la porta nerazzurra TORINO -- Un'Atalanta deludente perde la gara infrasettimanale di Torino contro i granata. Due a ...