iscrizionenewslettergif
Moda

La Facchinetti silurata dalla Maison Valentino

Di Redazione16 ottobre 2008 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La stilista Alessandra Facchinetti figlia del cantante dei Pooh Roby

Alessandra Facchinetti, figlia del leader dei Pooh

BERGAMO — Un siluro di quelli che lasciano l’amaro in bocca e strascichi legali. Ricorrerà probabilmente agli avvocati Alessandra Facchinetti, la stilista bergamasca figlia del leader dei Pooh, licenziata senza troppi complimenti dalla celebre casa di moda Valentino.

“Apprendo con amarezza dalla stampa quello che nessuno dei vertici della Valentino mi ha comunicato a voce o per iscritto: che la mia collaborazione è terminata”, si legge in un comunicato diffuso dalla stilista stessa dopo che il quotidiano britannico The Guardian aveva dato notizia del suo possibile siluramento e di forti contrasti all’interno della maison.

La conferma alle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, secondo cui la Facchinetti sarebbe stata sull’orlo del licenziamento, hanno trovato dunque conferma dalla parole della stessa stilista. Considerata l’astro nascente della maison, la bergamasca ha lavorato per Valentino solo per un anno e due sfilate. Poi i dirigenti del gruppo – che oggi appartiene al fondo Permira e alla famiglia Marzotto – hanno deciso di interrompere la collaborazione. E lo hanno fatto in maniera brutale e plateale, criticando aspramente l’operato della stilista durante le sfilate parigine.

E’ probabile che, a questo punto, la Facchhinetti ricorra alle vie legali per difendere se stessa e la sua immagine. Intanto nel vorticoso mondo della moda si parla già di successore. In pole position ci sarebbero Maria Grazia Chiuro e Pier Paolo Piccioli che attualmente dirigono la divisione accessori e parrebbero più in sintonia con il passato stile Valentino.

E dire che la Facchinetti era piaciuta proprio per l’innovazione che aveva portato nella celebre Maison. Ma si sa, spesso la troppa creatività non va d’accordo con gli affari. Il gruppo Valentino vede quest’anno conti in rosso e investimenti in calo. E in mondo della moda dominato da interessi economici planetari, con le maison trasformate in macchine da soldi di proprietà di gruppi industriali, banche e finanziarie c’è ben poco spazio per chi voglia dar spazio alla pura innovazione.

Cambio di gestione per Max Mara

Gli abiti di Max MaraNuova gestione per il prestigioso negozio di via XX Settembre. Festeggiati i 55 anni della ...

Da Benetton borse imbottite per l’inverno

Borsa BenettonCon l'arrivo dell'inverno Benetton lancia una nuova serie di borse imbottite in lana e piuma ...