iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Il garante multa anche Bergamo Energia

Di Redazione13 agosto 2008 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Multata la società della Provincia

Contatori dell'energia elettrica

BERGAMO — Una multa da 25mila euro. E’ questa la cifra che l’Authority per l’energia ha comminato alla società bergamasca Bergamo Energia per aver fatto pagare in bolletta ai piccoli clienti più di quanto effettivamente consumato.

Bergamo Energia è una società che appartiene al gruppo Abm, controllato al 100 per cento dalla Provincia di Bergamo. Nel mirino del garante non solo la società orobica ma anche altre quattro aziende che si occupano della distribuzione del gas Argos Energia, Edison Energia, Italcogim Energie e Ress. Il totale delle sanzioni amministrative assomma a 129mila euro. 

Sono state in tutto 15 le istruttorie avviate per la questione del cosiddetto coefficiente “M” di taratura dei consumi. Ebbene, secondo il garante, le società multate hanno attribuito a questo codice valori maggiori di quanto stabilito dalla legge e quindi alla fine i clienti hanno pagato più del dovuto.  

Fra le multate, dicevamo, c’è Bergamo Energia. Mentre altre 10 società – Acel Service, Agesp Energia, Asm Reti, Egea Commerciale, Enercom, Gas Sales, Melegnano Energia Ambiente, Smedigas, Tidonenergie, Unogas Energia – hanno dimostrato la loro estraneità ai fatti contestati.

Durante il procedimento, le società hanno provveduto a rimborsare i clienti. Pertanto è stata inflitta loro solo la sanzione minima: 25mila euro appunto.  

L’Authority inoltre conferma che sono state avviate altre 4 istruttorie contro società di vendita, per la scorretta misurazione del gas consumato da clienti di grandi dimensioni. Si tratta di Dalmine Energie, Eni, Metamer, Toscana Energia Clienti. Stavolta nel mirino c’è la scorretta applicazione del coefficiente “K”, sovradimensionato rispetto alle indicazioni dell’autorità di garanzia. I procedimenti potrebbero concludersi con sanzioni o con l’ordine di cessare il regime economico lesivo per gli utenti.

Ryanair: utili giù, tonfo in borsa

Aerei della compagnia aerea irlandeseSarà il prezzo del carburante, sarà l'aria di crisi che scoraggia i turisti. Fatto sta ...

A Bergamo sempre più famiglie indebitate

Sono sempre di più le famiglie bergamasche indebitateCrescono anche nella nostra provincia le famiglie che si ritrovano indebitate a causa di mutui, ...